Tre arrestati a Trieste per violazione dei domiciliari e per rapina a Pisa: tradotti in carcere

19.01.2021 – 12.33 – I Carabinieri della Sezione Radiomobile di via Hermet, nel corso dei servizi di controllo del territorio alla misura restrittiva nel weekend, hanno arrestato a Trieste un pregiudicato per evasione, avvenuta per ben due volte nella stessa giornata. C.G, pregiudicato classe ’58 si trova ora in regime di arresti domiciliari. L’uomo sottoposto alla misura restrittiva in un’abitazione nel quartiere di San Giacomo, è stato trovato a passeggio sotto casa da una pattuglia, una prima volta verso le 13 di venerdì scorso. I Carabinieri lo hanno sottoposto a controlli e accertato che non aveva alcuna autorizzazione per uscire di casa. Per questo motivo, è stato posto in arresto e riaccompagnato agli arresti domiciliari. Anche se in arresto, nella notte tra venerdì e sabato, C.G. è stato nuovamente sorpreso fuori casa.

La Stazione Carabinieri di Rozzol ha fermato, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, R.S., pregiudicato 24enne. La misura è stata disposta dal GIP del Tribunale di Trieste per ripetute violazioni della misura cautelare degli arresti domiciliari. L’uomo è stato tradotto in carcere. Infine, i Carabinieri di Aurisina, nella prima mattinata di domenica, nel corso di un controllo, hanno intercettato un ricercato rumeno 24enne. Lo straniero viaggiava a bordo di un autobus diretto in Spagna. Dalle verifiche svolte sui passeggeri è emerso che il giovane deve scontare una pena di un anno e dieci mesi di reclusione per una rapina impropria commessa nel 2016 in provincia di Pisa, ai danni di una coppia di turisti stranieri. Arrestato, è stato accompagnato al Coroneo.