Roster ridotto all’osso in casa Allianz Trieste, in dubbio il match contro la Virtus Roma

03.12.2020 – 12:55 – Nonostante la maggior parte dei membri del gruppo squadra sia sulla via della guarigione, resta lontano il momento in cui l’Allianz Pallacanestro Trieste potrà tornare ad affrontare al meglio della condizione fisica ed agonistica le prossime avversarie nel Campionato di Serie A1, il cui calendario, nei prossimi 24 giorni, presenta ben 8 partite. La squadra da mandare in campo Domenica 27 contro la Virtus Roma è letteralmente ridotta all’osso con solo cinque giocatori a completa disposizione di Coach Eugenio Dalmasson, quali Laquintana, Alviti (reduce dalla trasferta in Estonia con la Nazionale, ndr), Upson, Doyle e Arnaldo. A questi, per forza di cose, dovranno essere affiancati tre ragazzi del settore giovanile biancorosso. Nel caso dovessero insorgere ulteriori casi di positività tra gli attualmente titolari, con molta probabilità si andrà incontro ad un ulteriore rinvio.

Purtroppo, la carica virale che ha colpito il gruppo squadra alabardato sarebbe di elevata intensità e per tanto, la società di Valmaura ha deciso di non voler correre ulteriori rischi. Ci sono, infatti, diversi strascichi da superare prima di poter ritrovare la forma giusta per tornare in campo a sostenere un sforzo agonistico; per tanto, al momento, in casa Allianz-Trieste, la parola d’ordine è ‘’prudenza’’.

Il commento del Presidente di Allianz Pallacanestro Trieste, Mario Ghiacci:

L’attenzione alla salute degli atleti e dei dipendenti da parte della società è e sarà sempre massima con controlli approfonditi e costanti – ha dichiarato Ghiacci. Mi auguro che tutti possano riprendere l’attività il prima possibile. Voglio ringraziare gli operatori del Policlinico Triestino Salus, che non hanno mai fatto mancare il loro supporto per monitorare la situazione all’interno della squadra. Per ultimi, anche se andrebbero citati per primi, voglio dire grazie a tutti quei tifosi, che con i loro messaggi e richieste di informazioni fanno sentire la loro vicinanza ai ragazzi” ha concluso il Presidente.