Cashback in partenza, ma a rilento: cos’è e come funziona?

09.12.2020 – 08.25 – La giornata di ieri, 8 dicembre 2020, ha dato ufficialmente il via libera al Cashback, iniziativa volta ad erogare “un rimborso in denaro in base agli acquisti effettuati presso gli Esercenti che partecipano al Programma sul territorio nazionale, entro un certo periodo e a titolo privato, con strumenti di pagamento elettronici”. Tuttavia, già dalla prima giornata sono stati riscontrati alcuni problemi.
Cosa succede? Se da un lato il Piano Italia Cashless, sembra aver catalizzato l’attenzione degli italiani, dall’altro, il programma Cashback, lanciato dal governo per incentivare l’uso degli strumenti di pagamento elettronici, sembra essere passato rapidamente dal successo all’insuccesso a causa dei numerosi disservizi riscontrati nel funzionamento della app IO, (come il suo rallentamento e l’impossibilità di inserire l’Iban).
Un problema, forse, dovuto anche alla grande affluenza di persone, con numerose visualizzazioni e download della app in tempi record. Come riporta l’agenzia AGI, solamente nel primo giorno si è già arrivati ad “oltre 7,1 milioni di persone che hanno scaricato la app, con un boom di 2,1 milioni nelle ultime 24 ore. Al momento il Cashback sembra essere invece senza intoppi con le piattaforme di pagamento (in particolare Satistpay e Hype )”, messi a disposizione dagli Issuer Convenzionati.

Ma in cosa consiste il Cashback e come si ottiene? Previsto dalla “legge di bilancio 2020” e successivamente varato con il Decreto 24 novembre 2020, n.156 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, il programma si estende dall’8 dicembre 2020 al 30 giungo 2022, con una prima fase sperimentale detta “Extra Cashback di Natale”. Il periodo indicato si suddivide in:

  • Extra Cashback di Natale: dall’8 dicembre 2020 al 31 dicembre 2020
  • 1° Semestre: dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021
  • 2° Semestre: dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021
  • 3° Semestre: dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022

Nello specifico, il programma si distingue in:

  • Extra Cashback di Natale: prevede sugli acquisti il 10 per cento di rimborso fino a 150 euro, con un numero minimo di 10 transazioni durante il periodo di riferimento.
  • Cashback: sarà necessario aver totalizzato oltre 50 transazioni al termine del periodo di riferimento. Il programma prevede per ogni singola transazione, il 10 per cento di rimborso per un importo massimo pari a 15 euro, fino ad un limite di 150 euro (con una base di calcolo del rimborso fissato nel limite di € 1.500 euro).
  • Super Cashback: ad eccezione del periodo sperimentale con l’Extra Cashback di Natale, per ogni semestre di riferimento, i primi 100.000 Aderenti al “Cashback” che abbiano totalizzato il maggior numero di transazioni regolate con Strumenti di Pagamento elettronico, hanno diritto a un rimborso speciale di tipo forfettario (il cosiddetto “Super Cashback”) pari a 1.500 euro.

In particolare, se più aderenti si collocano a pari merito nella graduatoria per ottenere il “Super Cashback”, avrà priorità l’aderente che per primo, in base alla marca temporale dell’ultima transazione, abbia totalizzato il numero di transazioni utili per l’ingresso in graduatoria. Inoltre, al termine di ogni periodo di riferimento, il conteggio del numero di transazioni riparte da zero per ognuno degli aderenti. Se si ha già maturato il diritto a un “Super Cashback” durante un Semestre, sarà comunque possibile provare ad ottenere un ulteriore “Super Cashback” nei Semestri successivi del Programma.
L’erogazione del rimborso è previsto entro 60 giorni dal termine del periodo.

Quali sono le spese rientranti nel programma? Rientrano nel Cashback gli acquisti effettuati nei supermercati e nei negozi, bar e ristoranti, le spese per l’idraulico, il meccanico, l’avvocato, l’architetto e gli altri artigiani e professionisti.
Sono invece esclusi dal Cashback:

  • i pagamenti effettuati online (es. e-commerce);
  • i pagamenti effettuati per acquisti nell’ambito di qualsiasi attività d’impresa, arte o professione;
  • i pagamenti effettuati per acquisti presso gli Esercenti che non dispongono di un “Acquirer Convenzionato” (soggetto che emette lo strumento di pagamento elettronico scelto dall’Aderente una convenzione con la società PagoPA S.p.A) per partecipare al Programma;
  • le operazioni eseguite presso gli sportelli ATM (es. prelievi, ricariche telefoniche, etc.);
  • i bonifici effettuati tramite SDD (Sepa Direct Debit), cioè gli addebiti diretti su conto corrente;
  • le operazioni relative a pagamenti ricorrenti, con addebito su carta o su conto corrente;
  • i pagamenti per acquisti effettuati fuori dal territorio nazionale, ivi inclusi la Repubblica di San Marino e lo Stato della Città del Vaticano;
  • ogni altra operazione che non risulti compresa ai sensi del Decreto 24 novembre 2020, n.156 emesso dal Ministro dell’Economia e delle Finanze.Come aderire al programma Cashback?

Per partecipare al programma è necessario essere maggiorenni e residenti in Italia. Sarà poi ulteriormente necessario:

  • scaricare ed installare l’app IO sul proprio smartphone o tablet compatibile ed inserire successivamente i dati richiesti: Codice fiscale, estremi identificativi di uno o più strumenti di pagamento elettronici, l’Iban su cui effettuare l’erogazione dei rimborsi;
  • In alternativa, registrarsi su uno degli sistemi di pagamento messi a disposizione dagli “Issuer Convenzionati” con PagoPa S.p.A.;
  • effettuare gli acquisti solo con gli strumenti di pagamento elettronici salvabili sull’app IO (tramite carte e app di pagamento già attive ). In qualsiasi momento, è possibile verificare che le transazioni siano state correttamente acquisite ai fini del Cashback, oppure recedere dal Programma, disattivando il relativo servizio all’interno dell’App IO o dei sistemi messi a disposizione dall’Issuer Convenzionato. In caso di mancato o inesatto accredito dei rimborsi previsti dal Programma, si potrà presentare un reclamo a Consap S.p.A. entro 120 giorni successivi all’ultimo giorno del mese nel quale è previsto il pagamento, mediante invio dell’apposito modulo debitamente compilato e sottoscritto, unitamente agli allegati richiesti, che sarà disponibile online sul sito www.consap.it . Consap S.p.A. fornirà un riscontro motivato entro 30 giorni dalla data di ricezione del reclamo e, in caso di accoglimento, disporrà il pagamento dovuto.

c.a