25.7 C
Trieste
lunedì, 27 Giugno 2022

Trieste: esenzione pagamento canoni affitto per gestori palestre, associazioni e enti no profit

18.11.2020 – 2020 12.50 – Esenzione dal pagamento del canone per l’anno in corso per i gestori di palestre, sedi di associazioni sportive ed enti no profit che ricadono su proprietà comunali. Si tratta di un’operazione da 230 mila euro, presentata stamane allo stadio Rocco, dall’assessore con delega al patrimonio Lorenzo Giorgi.
«Abbiamo fatto in modo che i costi degli affitti dovuti dalle società sportive (che variano dagli 800 ai 15 mila euro all’anno, ndr) a causa dell’anno particolare che stiamo vivendo non vengano versati al Comune. Mi rendo conto che si tratta di una scelta politica, ma è il modo migliore per riconoscere lo sport quale punto focale della vita di una delle città più sportive d’Italia».

Lo sgravio sui canoni non interesserà però tutti i 12 mesi, ma solamente il periodo da marzo a dicembre, ovvero da quando sono iniziate le restrizioni dovute alla pandemia. In questo modo le società concessionarie saranno tenute a versare solamente le quote concernenti i mesi di gennaio e febbraio.

«Ci sono voluti mesi di lavoro sottotraccia – ha ricordato Giorgi – per arrivare a questa decisione. Che presentiamo qui, allo stadio “Rocco”, in quanto simbolo di quanto l’amministrazione comunale ci tenga agli impianti sportivi cittadini. Per  l’ammodernamento di questo impianto sono stati investiti 7,5 milioni di euro, ma contemporaneamente sono stati destinati 25 milioni per mettere a posto anche gli altri impianti sportivi della città». Sono una cinquantina le società coinvolte da questa iniziativa, che comporterà un mancato introito nelle casse del Comune pari a circa 230 mila euro. «È un aiuto essenziale offerto dalla politica nei confronti di chi dà tanto agli altri – ho ricordato Giorgi – e che nei prossimi giorni tenteremo di replicare anche per altri settori dell’economia cittadina che hanno dovuto chiudere a causa dell’emergenza pandemica e che ricadono fra gli affittuari del Comune».

Cosa succede per chi, invece, ha già versato la quota annuale o parte di essa? «Le società che hanno ricevuto l’avviso di pagamento non paghino – questo l’invito dell’assessore – mentre per chi ha già effettuato il versamento troveremo la formula per stornare il dovuto o per destinarlo alla quota del prossimo anno o degli anni a venire».

Tale formula, infatti, potrebbe venire prolungata anche nel 2021, se la situazione dovuta al Covid non cambia. «Se il governo prorogherà tale stato di emergenza anche in tutto o in parte il 2021- promette Giorgi – l’esenzione dal pagamento dei canoni d’affitto sarà prorogata anche all’anno venturo».

g.p

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore