22.1 C
Trieste
martedì, 5 Luglio 2022

“Smart Home”, Friulia ci crede e investe. 1 milione di euro alla startup friuliana iotty

13.11.2020 – 12.45 – “Smart home”: la “casa intelligente”, che ci agevola nelle cose di ogni giorno, è amica dell’ambiente, ci aiuta a risparmiare energia ed completamente connessa a Internet, è un settore chiave della vita domestica del domani. Il settore “Smart home” è in costante evoluzione e negli ultimi anni ha vissuto un’intensa crescita a seguito della diffusione delle nuove tecnologie e di prodotti legati all’elettronica di nuova generazione: un mercato che nel 2019 ha toccato i 73 miliardi di dollari di ricavi complessivi a livello mondiale.

Costituita nel luglio 2017, iotty è una società con quartier generale a Porcia, in provincia di Pordenone, il cui core business risiede nello studio, progettazione e commercializzazione di prodotti di domotica di nuova generazione legati alla tecnologia IoT (Internet of Things). I prodotti iotty infatti non necessitano di hub centralizzati ma attraverso la connessione senza fili wi-fi vengono gestiti a distanza tramite App o tramite i principali assistenti vocali come Amazon Alexa, Google Assistant, Apple Siri. Nel 2017 iotty, grazie ad una campagna di crowdfunding, ha finanziato lo sviluppo dell’interruttore intelligente con la raccolta di 238mila euro da circa 1.200 piccoli investitori privati che hanno investito nel progetto in cambio della ricezione del prodotto sviluppato (il primo concept di interruttore Smart appunto). Nel 2019 iotty ha inoltre costituito, insieme ad alcuni imprenditori americani, operanti nel settore del web marketing, iotty LLC per poter commercializzare, principalmente via web, nel mercato statunitense. Con lo sviluppo della rete commerciale negli Usa i ricavi di iotty sono cresciuti sensibilmente, con la controllata statunitense che oggi influisce per il 50 per cento del fatturato totale. La strategia di iotty punta a rafforzare il canale dell’e-commerce e, in ultima istanza, ad aumentare le vendite tramite i cosiddetti “distributori”, ovvero grandi catene di distribuzione presenti sul territorio europeo.

Friulia ha dunque deciso di investire 1 milione di euro in iotty, con l’obiettivo di accelerare sostenere l’espansione commerciale della società in Italia e all’estero. “Ancora una volta Friulia si conferma promotrice di progetti votati all’internazionalizzazione e allo sviluppo di nuove opportunità offerte dalla società digitale e dall’e-commerce”, ha commentato la presidente di Friulia, Federica Seganti. “Quello di iotty è un piano di espansione ancora più rilevante perché avviene in un momento complesso e pieno di incertezze come quello che oggi stiamo vivendo. È stata proprio la consapevolezza di dover rilanciare e di scommettere sul futuro che ha spinto l’azienda a richiedere il nostro sostegno per portare avanti gli obiettivi del business plan 2020-2024. Il successo dello smart working come soluzione idonea per un numero sempre maggiore di persone, non potrà che influire positivamente anche sulla diffusione della cosiddetta ‘cultura digitale’ e sull’utilizzo di quella tecnologia intelligente che può aiutarci anche nelle nostre attività in casa e fuori. Siamo certi che in questo contesto iotty avrà in futuro un ruolo di primo piano”. Edoardo Cesari, co-fondatore e co-CEO di iotty, ha dichiarato: “L’investimento di Friulia conferma che il modello di business che siamo riusciti a costruire, unito alla forte propensione all’innovazione, si è rivelato particolarmente vincente. La fiducia che è stata riposta nel nostro impianto imprenditoriale e nel nostro progetto di espansione ci riempie di orgoglio. La smart home è uno dei settori tra i più fiorenti e il futuro di crescita che vediamo non è poi così lontano. Il nostro impegno e i risultati raggiunti dimostrano che anche le aziende italiane possono essere capaci di progettare soluzioni tecnologiche di alta qualità e che possiamo aspirare ad essere protagonisti”.

[f.f.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore