26.3 C
Trieste
domenica, 7 Agosto 2022

SMACT, 900mila euro per le imprese dell’Industria 4.0 nel Nord Est

11.11.2020 – 08.45 – Mentre l’emergenza economica e sanitaria accelera, continuano gli sforzi per supportare le aziende e le start up high-tech, portavoce di quell’Industria 4.0 che da tempo è considerata il futuro dell’economia del paese. In quest’ambito il ministero per lo Sviluppo economico mette a disposizione 900mila euro per il Competence Center Nordest per il secondo bando destinato alle aziende regionali che svilupperanno progetti di sviluppo tecnologico 4.0. Una somma ingente che fa parte del secondo bando nazionale incentrato su innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale 2020 avviato da SMACT nei giorni scorsi e aperto fino al 24 novembre. Il bando metterà a disposizione per ogni azienda vincitrice un massimo di 100 mila euro per progetti ad alto Trl (Technology Readiness Level) nell’ambito di tecnologie avanzate come Mobile, Social, Cloud, Internet of Things, Analytics e Big Data. Il primo bando, che prevedeva un fondo massimo di 1,8 milioni di euro, ha visto lo scorso luglio vincitori 17 imprese, cinque delle quali provenienti dal Friuli Venezia Giulia.

“Questo è un nuovo importante traguardo – commenta Fabrizio Dughiero, presidente del consiglio di gestione del Competence Center – Ma distribuire risorse a sostegno dell’innovazione tecnologica delle imprese è solo una delle attività che stiamo portando avanti. Nostro obiettivo è fare da piattaforma di connessione per l’innovazione privata e pubblica, facilitando il match-making tra imprese e università”.

“Puntiamo anche attraverso questo bando a creare una comunità di aziende innovatrici – aggiunge Matteo Faggin, direttore generale di SMACT – che diventi esempio tangibile della cosiddetta transizione digitale per le imprese del nostro territorio che sappiamo avere la necessità di “vedere e toccare” l’innovazione, come nel caso delle Live Demo, la rete di centri dimostrativi tematici che porteranno le tecnologie nei territori e che stiamo realizzando in tutto il Triveneto”.

Ogni impresa potrà candidare fino a due proposte progettuali innovative che, facendo leva su una o più tecnologie ambito di SMACT, punteranno all’ottimizzazione dei processi produttivi, al miglioramento e innovazione di prodotto, all’innovazione dei modelli di business e organizzativi a favore della competitività aziendale a livello globale. Particolare rilievo sarà dato a progetti che sapranno esprimere gli use-case previsti nelle Live Demo del Centro di Competenza.
Possono partecipare le imprese in forma singola, da capofila di una cordata o come partner per i progetti aggregati (non può partecipare chi ha già beneficiato di un finanziamento nel primo bando). La durata per ogni progetto è da 12 ad un massimo di 18 mesi.

[i.v.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore