Dpcm 6/11, mascherine in auto e moto, ecco quando e come utilizzarle

12.11.2020 – 12:00 Con l’entrata in vigore del nuovo ‘’Dpcm 6 Novembre’’, sono ritornate attive tutte le predisposizioni in materia di spostamento in auto e moto vigenti nel periodo della scorsa primavera; per tanto, come previsto dall’ultimo decreto, è esente dall’indossare la mascherina in auto solo chi viaggia con persone conviventi; mentre, se così non fosse, allora l’obbligo sarà inderogabile e con esso il rispetto della distanza interpersonale all’interno dell’abitacolo. Chi sarà pizzicato dalle Forze dell’Ordine a trasgredire la norma, andrà incontro ad una sanzione amministrativa da 400 a 1000 euro.

(obbligatoria anche in caso di congiunti non conviventi, ndr)

Nel caso si stia utilizzando un’automobile a noleggio, in solitudine o con passeggeri a bordo, l’uso della mascherina protettiva sarà obbligatorio e, in questo caso, nessuno dovrà sedersi sul sedile anteriore destro, mentre, sul divano posteriore, non potranno sedersi più di due persone (ogni persona dovrà restare vicina al finestrino).

In moto:

In moto è sempre previsto l’uso della mascherina e, nel caso ci si voglia spostare in doppio, il passeggero potrà essere fatto salire in sella solo se convivente. Il tutto può essere verificato ai posti di blocco attraverso un documento d’identità e una dichiarazione anagrafica.

Bici e Monopattini:

Fermo restando che gli utilizzatori di bici e monopattini non possono trasportare passeggeri, l’utilizzo della mascherina resta comunque obbligatorio. Ad eccezione per i bambini piccoli trasportati nel seggiolino sulla bici di un genitore o di un fratello/sorella maggiore. In caso di mancato rispetto di tali divieti si incorrerà in sanzioni da 400 a 1.000 euro, in base alla Regione di appartenenza e alle normative locali attualmente in vigore nella stessa in materia di Covid-19.