Ambiente, Scoccimarro: 5,3 mln per mitigazione rischio idrogeologico

06.11.2020 13.02 – Sono 5,3 milioni di euro le risorse che la Regione potrà utilizzare per effettuare alcuni interventi urgenti per mitigare il rischio idrogeologico in Friuli Venezia Giulia.
Nella seduta odierna, la Giunta Regionale, su proposta dell’assessore alla Difesa dell’ambiente Fabio Scoccimarro, ha infatti approvato la bozza del Terzo atto integrativo dell’accordo di programma 2011 predisposta dal ministero dell’Ambiente finalizzato alla programmazione e al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico in Friuli Venezia Giulia. L’approvazione di questo atto dà il via libera al trasferimento di risorse alla Regione e al contestuale avvio di tre interventi.

Nello specifico, a Tolmezzo si procederà alle opere per la prevenzione e la difesa dal rischio idrogeologico nel bacino idrografico del torrente Frondizzon in località Illegio, il cui valore complessivo dei lavori ammonta a 1,8 milioni di euro. A Monfalcone, invece, è previsto il secondo intervento per la sistemazione della roggia San Giusto per 2,7 milioni di euro, mentre a Muggia verranno compiute le opere del secondo lotto per la sistemazione del versante della strada Lazzaretto (800mila euro).

Sempre oggi, la Giunta Regionale, su proposta dell’assessore Fabio Scoccimarro, ha aggiornato il Piano regionale di bonifica e la stima degli oneri finanziari per i siti di proprietà pubblica (sul territorio regionale sono 162 i siti inquinati inseriti nella graduatoria di priorità degli interventi di bonifica ascritti all’anagrafe regionale).

Con questa delibera la Giunta Regionale ha, inoltre, anche approvato la stima degli oneri finanziari per i siti inquinati di proprietà pubblica o su cui la Regione ha attivato il potere sostitutivo (in questo elenco sono inclusi 61 siti, di cui 33 già oggetto di finanziamento o di specifico accordo di programma).

Per i restanti 28 siti la stima della spesa per gli interventi di bonifica ammonta complessivamente a 56 milioni di euro.

a.b