8.3 C
Trieste
mercoledì, 7 Dicembre 2022

Pulizie autunnali: alcuni consigli per prepararsi alla stagione invernale

22.10.2020 – 11.20 – Le tradizionali pulizie primaverili possono ormai dirsi un ricordo lontano; eppure, il passaggio dai mesi freddi a quelli caldi non è l’unico cambio di stagione che richiede una pulizia approfondita della casa. Infatti, viceversa, anche l’arrivo del freddo si prospetta essere un’ottima occasione per lustrare la propria abitazione per prepararsi al meglio in vista dell’inverno: stiamo parlando delle pulizie autunnali. Ne parliamo con Edoardo Fabiani, che con la sua impresa, Omniservice, opera da molti anni nel campo della pulizia e della disinfezione.

Da dove iniziare? “In ordine d’importanza la cucina viene sicuramente al primo posto essendo una delle zone di maggiore frequentazione e vivibilità” e poiché la presenza di alimenti ed il loro consumo richiedono un’attenzione in più sul fronte dell’igiene.
Ma partiamo con ordine.
La pulizia dei ripiani in acciaio: spesso, quando si fanno le pulizie giornaliere, a causa del solito tran tra quotidiano che poco tempo lascia ad una pulizia approfondita della casa, non si va mai davvero “a fondo” nel lavaggio dei ripiani. Ecco dunque che le pulizie autunnali rappresentano un’ottima occasione per dedicarsi anche a quelle parti più nascoste dei nostri fornelli: andranno utilizzati prodotti alcalini, ovvero gli sgrassatori, grazie ai quali i vostri fornelli torneranno a splendere come non mai.
Un consiglio: se siete muniti di lavastoviglie, per pulire a fondo le griglie fate un lavaggio assieme ai filtri amovibili delle cappe.

La dispensa: una parte fondamentale che richiede un’accurata pulizia. La dispensa andrà infatti svuotata e andrà fatta una cernita, gettando le confezioni aperte e lavando a fondo tutto onde evitare la presenza di fastidiose larve o uova di insetti che si schiuderanno in primavera.
Un consiglio: è possibile applicare delle esche contro le tarme del cibo.

Frigo e freezer: entrambi andranno svuotati completamente e puliti nelle loro parti interne. In particolare, per quanto riguarda il freezer esso andrà sbrinato; è inoltre consigliato sostituire i prodotti congelati (è opportuno segnare la data di congelamento sulla confezione).
Un consiglio: i suggerimenti ed i “trucchi” per eliminare i cattivi odori dai frighi sono infiniti, “ma” spiega Fabiani “vi assicuro che tramite un semplice lavaggio, come siete soliti fare, questi spariranno miracolosamente. Il cattivo odore è sinonimo di presenza di batteri e quindi di sporcizia”.

Conclusa la cucina, sarà poi la volta degli armadi. Tipico di questo periodo, con il passaggio dal caldo al freddo, è il cosiddetto “cambio degli armadi“: un ottimo momento per liberarsi dei capi che non si utilizzano più e, soprattutto, per pulire una delle parti della casa che forse meno spesso vengono pulite in profondità.
Come affrontare quindi un cambio dell’armadio in modo efficiente? Innanzitutto, dopo averlo completamente svuotato, esso andrà pulito a fondo e non solo arieggiato; una volta scartati i vestiti che non si utilizzano più e deciso quali riporre fino all’arrivo della prossima stagione, questi andranno lavati, asciugati, stirati ed infine riposti nell’armadio in apposite custodie di plastica sugli appendiabiti, avendo cura di riporre un solo capo per gruccia, o nella carta velina nelle scatole.
Un consiglio: non dimenticate l’antitarme.

Un’altra pulizia particolarmente importante ma che spesso viene tralasciata, e poi quella dei termosifoni. Perché va fatta? Per evitare che dopo la prima accensione polvere, muffe, polline depositati durante la primavera/estate vengano trasportati in tutta la casa.
Come fare? Per prima cosa andrà utilizzata l’aspirapolvere per eliminare la polvere in eccesso, soprattutto dentro e dietro ai termosifoni; dopodiché basterà fare un lavaggio ad umido con un panno in microfibra.

Infine, ultimi ma non meno importanti, tappeti e divani: essi sono la parte “che va più controllata dal punto di vista igienico (batteri, acari, polvere, ecc.)” spiega Fabiani, e da classificare dunque come periodica, addirittura mensile per chi ha animali.
Inoltre, pulire bene tappeti e divani non è solo una buona prassi dal punto di vista dell’igiene, ma serve anche per mantenerli in buono stato più a lungo: la polvere che penetra tra le fibre, infatti, tende  a indebolirle e con il tempo ad ingrigire anche i colori più vivaci.
Un consiglio: per il lavaggio di tappeti e divani è possibile affidarsi a dei professionisti. Omniservice, ad esempio, offre un servizio a domicilio di lavaggio tappeti e divani in loco con macchina ad estrazione.

In conclusione, raccolti questi suggerimenti, vi starete chiedendo: quando è il momento migliore per fare queste pulizie? Il periodo miglio è il mese di novembre, ovvero quando iniziano a farsi strada giornate grigie, fredde e piovose, e sarà quindi più naturale  passare più tempo all’interno delle proprie mura domestiche.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore