“Non ci spegnerete”, i lavoratori dello spettacolo contro le misure del Dpcm

31.10.2020 – 13.10 – “Siamo ai titoli di coda ma non ci spegnerete”: una frase dura, pregna di quell’angoscia e quell’incertezza che ammanta, negli ultimi mesi, le vite dei lavoratori dello spettacolo.
Nella giornata di ieri, venerdì 30 ottobre, striscioni, slogan e persone hanno riempito a Trieste Piazza Unità d’Italia, protestando contro le misure contenute all’interno dell’ultimo Dpcm, ad oggi in vigore.
500 i manifestanti che hanno ricordato come il mondo dello spettacolo sia uno dei settori maggiormente colpiti dalle conseguenze della pandemia e che necessitano dunque di risorse per sopravvivere fino a una auspicata ripartenza. Tra le richieste c’è inoltre quella di un tavolo tra le parti sociali e i ministeri.
Alla manifestazione hanno partecipato artisti, sindacati, persone legate al settore e anche il sovrintendente del Teatro Verdi di Trieste, Stefano Pace.

[c.c]