Triestina, prova di maturità a Pesaro, Litteri segna e l’Unione vince 0-1

22.10.2020 – 09:00 – E’ bastato un gol all’Unione per strappare i tre punti nella difficile trasferta di Pesaro di ieri pomeriggio. Difficile non tanto sulla carta, quanto più per le situazioni diametralmente opposte che vivono le due formazioni dal punto di vista delle condizioni della rosa: rosa ridotta all’osso per Gautieri, con scelte obbligate praticamente in ogni zona del campo, organico praticamente al completo invece per la Vis Pesaro. La rete arriva giusto pochi secondi prima dell’intervallo, targata Litteri (ancora a segno dopo la doppietta che aveva steso il Ravenna pochi giorni orsono) che porta i suoi nello spogliatoio con un umore positivo, che permette alla Triestina di entrare in campo con maggiore positività nella ripresa per gestire il vantaggio nel migliore dei modi.

Arriva dunque la seconda vittoria di fila per la banda Gautieri, che dopo il pesante ko patito a Legnago ha saputo rimettersi subito in carreggiata, non soltanto sul piano del risultato (certamente importantissimo) ma anche su quello della prestazione, dell’approccio e dell’atteggiamento, apparso ora più confacente al ruolo di big del torneo al quale la Triestina aspira e all’obiettivo promozione che gli alabardati inseguono da troppo tempo. Prestazione robusta, decisa e autorevole, quella messa in campo contro la Vis Pesaro, che proietta la Triestina al secondo posto in classifica – in attesa delle gare in programma questa sera – saldamente aggrappata al Südtirol, capolista con 14 punti e a +2 sulla Triestina. Adesso, la sfida è sempre la solita, per gli uomini di Gautieri: dare seguito ai buoni risultati e alle buone prestazioni, trovando quella continuità che fino a questo momento è stata latitante. Già da domenica, quando al “Nereo Rocco” verrà a far visita la Virtus Verona, e poi nelle trasferte di Gubbio e Arezzo. Tre gare apparentemente alla portata, quelle che attendono Lodi e compagni, ma che non dovranno essere sottovalutate: come hanno imparato a proprie spese gli alabardati, le insidie sono sempre dietro l’angolo, soprattutto quando si è favoriti.

La cronaca:

Per la trasferta marchigiana, Gautieri deve far fronte a numerosissime assenze: ai lungodegenti Procaccio, Boultam, Paulinho e Ioime e a Giorico, si aggiungono infatti Lambrughi (di nuovo ko dopo aver recuperato in occasione della vittoria sul Ravenna, che lo aveva comunque visto in panchina per tutti i 90’), e i due atleti risultati positivi al Sars-Cov 2 negli scorsi giorni, seppur in due momenti diversi, Tartaglia e Sarno. Rientrano invece Maracchi – assente dell’ultimo minuto lo scorso sabato – e Petrella. Le scelte del tecnico partenopeo sono dunque obbligate: praticamente confermato in blocco l’undici che ha battuto il Ravenna, con Sarno – ovviamente – unico assente, sostituito nel tridente offensivo da Mensah. Galderisi, al contrario, può contare su quasi tutti gli effettivi dell’organico, eccetto Puggioni e l’infortunato D’Eramio. La disposizione dell’esperto allenatore salernitano prevede la solita difesa a tre, con Brignani perno centrale. Rispetto al pari di Verona, il centrocampo viene rinfoltito con un elemento in più: a Pezzi e Gelonese, si aggiunge infatti sulla mediana anche Gelonese, con Marchi che viene spostato in avanti al fianco di De Feo (con conseguente panchina per le due punte impiegate a Verona, Cannavò e Marcheggiani).

A fare la partita, nei minuti iniziali, è la Vis Pesaro, che si fa vedere con decisione dalle parti di Offredi, graziato al 6’ dal palo sulla conclusione di Marchi, giunta a seguito di un duetto tra Giraudo e De Feo che liberano l’attaccante marchigiano al tiro. La voglia dei padroni di imporsi dei padroni di casa è tanta e la pressione che questi esercitano sulla difesa alabardata ne è la riprova, con la Vis Pesaro che batte una serie di corner consecutivi che costringono la Triestina nella propria area. Su corner arriva anche il primo spunto per la Triestina, che si risolve in un destro di Litteri bloccato facilmente dall’estremo pesarese. Ma a fare il grosso del ritmo della partita sono sempre i padroni di casa, mentre l’Unione si rifugia nella qualità dei propri effettivi, che produce qualche potenziale occasione, senza però creare veri pericoli alla difesa della Vis. La squadra marchigiana, dal canto suo, tira i remi in barca e si appoggia ora sul lancio lungo verso le punte e sulle potenziali seconde palle che questo produce, mentre in questa fase è la Triestina a cercare azioni più manovrate, senza che questo produca però occasioni di rilievo. E così, proprio quando sembra che la prima frazione si concluda senza reti, al 45’ Lodi dalla destra mette una gran palla tagliata verso l’area, che trova la deviazione di Litteri. Il bomber resiste alla trattenuta di Gennari e batte il portiere avversario, Bastianello, portando i giuliani in vantaggio proprio sul filo del fischio finale del primo tempo.

La ripresa, senza sostituzioni nell’intervallo, si apre con la Vis Pesaro a caccia del pareggio, soprattutto con De Feo, protagonista al 5’ e al 7’, senza però sorprendere l’attento Offredi. Dall’altra parte, la prima conclusione arriva ancora da Litteri, che sfrutta una doppia sponda aerea di Mensah e di Gomez per andare al tiro dal limite, che viene però controllato da Bastianello. Gli alabardati crescono e impensieriscono ancora Bastianello con Capela, sugli sviluppi di un corner (ma la palla termina a lato), Rizzo (che dopo una percussione a destra mette la palla in mezzo trovando una deviazione che per poco non batte il portiere avversario) e Litteri, trovato in area da Mensah dopo una bella palla di Gomez. I marchigiani continuano a provarci, con Marchi che si rende pericoloso su una palla messa in mezzo da Benedetti, ma la Triestina resiste, anche dopo i cambi, nonostante Galderisi inserisca tutti gli attaccanti a propria disposizione. Si arriva dunque alla fine, con la Triestina che gestisce con maturità e attenzione il vantaggio e porta a casa una preziosa vittoria, che i ragazzi di Gautieri dedicano a Tartaglia e Sarno, risultati positivi al Sars-Cov 2, e a tutti gli altri giocatori assenti questa sera.

Il tabellino:

Vis Pesaro – Triestina: 0-1 (45’ Litteri).
Vis Pesaro:
Bastianello; Gennari, Brignani, Stramaccioni; Eleuteri (70’ Tessiore), Benedetti (78’ Marcheggiani), Gelonese, Pezzi, Giraudo (70’ Nava); De Feo (66’ Ngissah), Marchi. A disposizione: Bianchini, Lelj, Farabegoli, Ejjaki, Lazzari, Pannitteri, Blue, Cannavò. Allenatore: Galderisi.
Triestina:
Offredi; Rapisarda, Ligi, Capela, Brivio; Rizzo, Lodi, Calvano (70’ Maracchi); Mensah (66’ Petrella), Litteri (66’ Filippini), Gomez (89’ Granoche). A disposizione: Valentini, Rossi, Struna, Palmucci. Allenatore: Gautieri.
Arbitro:
Graci (Como). Assistenti: Croce (Nocera Inferiore), Stringini (Avezzano). IV Uomo: Del Rio (Reggio Emilia).
Note:
Serata fresca ma gradevole, terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti: Calvano, Filippini (T), Ngissah (VP) per gioco falloso, Pezzi (VP) e Gomez (T) per reciproche scorrettezze. Recupero: 1’ e 5’.