Trieste ricorda i “Figli delle Stelle”: cerimonia ufficiale il 2 ottobre

19.09.2020 – 08.49 – Il venerdì mattina di un anno addietro, il 4 ottobre 2019, il cittadino dominicano Stephan Meran Alejandro Augusto, arrestato per un banale caso di rapina, uccideva a colpi di pistola nella Questura di Trieste gli agenti di polizia Pierluigi Rotta e Matteo Demenego.
Una tragedia che colpì profondamente la cittadinanza triestina la quale propose nell’occasione, d’accordo con le istituzioni, d’intitolare una via agli agenti caduti in servizio.
Il conferimento della cittadinanza onoraria ai due poliziotti, così come l’intitolazione della via, avrebbero dovuto avvenire ad aprile, ma i continui rinvii causati dall’emergenza Coronavirus hanno spostato la data che è stata fissata al 2 ottobre, in anticipo di due giorni rispetto all’anniversario del tragico fatto di sangue.

Il venerdì del prossimo mese, dunque, le solennità prevedono una messa in chiesa a cui seguirà una cerimonia in Questura con la deposizione delle corone. Non è stata scelto il 4 ottobre come data, perchè la maggior parte delle istituzioni non sarebbero riuscite a essere presenti, compreso il capo della Polizia Franco Gabrielli. Saranno presenti alla messa e alla deposizione in Questura il sindaco Roberto Dipiazza, il questore Giuseppe Petronzi e il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga. Senza dimenticare i parenti dei due martiri civili.

Successivamente le istituzioni si sposteranno in via Tor Bandena che verrà re-intitolata ai “Figli delle Stelle” ricordando gli “agenti della Polizia di Stato caduti in servizio il 4 ottobre 2019“. Il Consiglio Comunale si riunirà poi in seduta straordinaria al Teatro Verdi, per conferire ufficialmente a Rotta e Demenego la cittadinanza onoraria di Trieste.