Tutti in classe! (o quasi). Classi in Briciole

18.08.2020 – 17.28 – È iniziata la scuola, o squola… come scritto in una circolare ministeriale, probabilmente su suggerimento di Di Maio! In fondo lo sappiamo tutti che la situazione è “grammatica”! Io, in ogni caso, l’ho marinata, come una selvaggina qualsiasi, già il primo giorno! Eh sì, sono ripetente, mi bocciano ogni anno in italiano, perché dicono che sono troppo sintetico nell’esporre i concetti! Fatto sta che ho iniziato facendo “lippe”, come si dice in triestino arcaico. Non avevo nessuna voglia di andarci, stavo così bene in “smart schooling”, nudo in chat con la mia attraente professoressa neo laureata di economia domestica! Avrei fatto sega con la mia compagna di banco, se esistessero ancora i compagni di banco e se lei non avesse la febbre da ieri! Ah… per i maligni perversi, fare sega è solo un altro modo di dire! Ho dovuto farla da solo, anche se lei mi ha assicurato di non avere il Covid, ma solamente la peste bubbonica!

A casa me ne stavo da Dio, alternando lezioni di matematica a fisica applicata su Pornhub! In realtà non ho mai amato troppo studiare, mi è sempre piaciuto di più il lavoro, difatti adoravo vedere gli altri lavorare! In ogni caso, martedì poi mi sono riposato, perché il pensiero di tornare in classe mi aveva prostrato! Invece mercoledì ho deciso di andare, anche perché avevo il turno di notte e non dovevo alzarmi presto, quindi poi giovedì e venerdì sarei stato smontante e avrei poi legato il tutto con il weekend! Tanto l’inizio dell’anno scolastico è come al solito soft, prima un’ora, poi due, poi tre, in un crescendo rossiniano! Perché non è proprio fame di cultura, è più un languorino, il tempo di prendere un virus al volo e via! Mercoledì ho percorso, con l’aria ciondolante di un cantante rapper, la salita che porta all’istituto e sono entrato, e lì ho visto cose che voi umani non potreste immaginare! Fuori in realtà non ho notato grossissime differenze dagli anni passati, l’unica che salta all’occhio, e di cui il governo può andare fiero, è che al posto di moto, scooter e biciclette, ci sono monopattini a perdita d’occhio! Grande successo del governo! Bravi!!! Ora per rendere più snella la lettura e più facile la descrizione del tutto, andrò ad elencare una per una le principali novità! Ah dimenticavo! Prima di andare ho naturalmente misurato la febbre, come da protocollo; avevo 36,9, però a stomaco vuoto! Questa cosa di lasciare l’incombenza delle misurazioni a studenti e genitori mi lasciava perplesso, poi ho capito che è stata presa questa decisione anche a causa di carenza di attrezzature idonee, infatti certi istituti erano ancora dotati di termometri rettali, e la privacy non permetteva le misurazioni!

  • Argomento 1) i genitori! Reduci dal weekend insonne a festeggiare al limite del coma etilico, si avviano tenendo per mano i loro pargoli più piccoli verso l’entrata della scuola! Nel frattempo scattano foto, pubblicano selfie sui social, ben sapendo che se non lo fanno, l’anno scolastico non potrà iniziare ufficialmente e il figlio sarà rimandato a casa per l’inizio di un nuovo supplizio!
  • Argomento 2) gli alunni! “all’uscita di scuola i ragazzi postavano i video… io restavo a guardarli cercando il coraggio per imitarli…”, come in un moderno “giardini di marzo” trap! “che anno è? che giorno è?” Cazzo… è il 2020… non ce ne dimenticheremo facilmente! Una volta entrato… noto con sorpresa relativa che è già iniziato in corridoio il gran premio di formula 1 con i banchi a rotelle! In pole il solito figlio di papà, che si è allenato tutto l’anno a casa, perché i suoi genitori sono titolari di una falegnameria che ha partecipato all’asta milionaria per l’assegnazione della fornitura dei banchi, pur avendo un volume d’affari inferiore al kebab accanto! In quattordicesima fila parte il figlio dell’ingegnere Mattia Binotto, con rotelle omologate Ferrari!
  • Argomento 3) i docenti! Nessuno voleva andarci a scuola! Qualcuno ha persino inventato la scusa del bullismo, altri dell’unghia incarnita, altri dell’assemblea di condominio, nessuno quella della febbre! Poi qualcuno ha ceduto! Si è preparato in classe già dalla sera prima, bardato con tute della centrale di Fukushima e un casco rubato a Valentino Rossi! Ha messo un separé tra lui e gli studenti, che poi resterà anche per la tornata elettorale! Quando entrano in aula gli alunni, viene preso dal panico e sale terrorizzato sulla cattedra, che per sua fortuna non ha le rotelle! Vedendolo anche gli studenti lo imitano al grido di “capitano…mio capitano!”. Lui, settantenne precario comunista, che ha fatto il ’68, teme che sia una classe di leghisti! No, no…solo la poesia di Walt Whitman, ripresa dal cinema nel più famoso “l’attimo fuggente”! Ripresosi dal panico, vorrebbe iniziare con un commento sul capolavoro di Pirandello “il Fu Mattia Pascal”! Non so quanti di voi l’hanno letto, se uno, nessuno o centomila! Ah quello che inventò l’unità di misura della pressione barometrica? azzarda il solito secchione del primo banco! Eh… il lockdown e studiare da casa non ha portato grandi vantaggi nell’apprendimento neanche ai più promettenti!
  • Argomento 4) aule, bagni e corridoi! La scuola non è mai stata così pulita, in ogni angolo si sente un profumo di Mastrolindo, misto Amuchina! Persino in mensa c’è, persino nelle polpette! Quest’anno i pidocchi non avranno vita facile! Corridoi e scale sono pieni di frecce, ma non sono quelle romantiche di Cupido, difatti c’è pure un cartello che vieta gli amori scolastici almeno fino al 2022! il bacio fa male…digli di smettere!
  • Argomento 5) attrezzature scolastiche! Dei banchi abbiamo già accennato, sono firmati Giugiaro, certi sono dotati di gomme slick per il primo periodo, caldo e afoso, a novembre poi saranno sostituiti da una mescola più morbida, più adatta al bagnato! Ci sarà un Pit stop per cambio gomme a ogni ricreazione. Acqua e olio tutto bene! Per quelli che hanno la panza, come me, stare al loro interno è un supplizio! Naturalmente non è più possibile avere nessuno vicino, quindi quest’anno alle elementari salterà il tema “descrivi il tuo compagno di banco!” a proposito, piccola divagazione umoristica, lo sapevate che in Thailandia si dice “compagno di Bangkok”? Le mascherine invece saranno griffate FIAT, prodotte direttamente dalla fervida mente di Lapo Elkann, su ispirazione delle sue camicie! I bambini più piccoli fanno già i capricci per non indossarle…per i colori e i disegni, non per l’oppressione! Si vergognano! I dispenser di liquido igienizzante! Il primo giorno erano stranamente tutti pieni! Commovente! Il secondo 1/3 erano spariti e 1/3 vuoti! Il giorno che sono andato a scuola io, Andreas (nome scelto a caso, come sempre di fantasia), altro ripetente non autoctono della 5C aveva sostituito il liquido all’interno con Batida de Cocco, scherzo pure carino, se non fosse che, per farlo, prima aveva bevuto tutto il contenuto dei flaconi e ora era in bagno a produrre bolle igienizzanti, e possiamo immaginare con che parte del corpo! Che volete…lui non è mai stato proprio una cima! A proposito di bagni… sono tutti Leroy Merlin o Richard Ginori, a seconda di chi ha vinto l’appalto! Sono gli stessi sanitari che puoi trovare nella villa della Ministra Azzolina, pure le docce di decontaminazione da radiazioni! Sono bellissimi, pare di essere in una SPA in Alto Adige! Ci voleva una pandemia, per poterci entrare senza rischio di prendere qualche virus stagnante! ah…quasi dimenticavo un elemento essenziale della didattica, la lavagna! Quella è rimasta quasi uguale a prima, unica differenza ora non ci trovi più la catalogazione tra buoni e cattivi, ma tra positivi e negativi! I positivi asintomatici saranno puniti ancor più severamente, in quanto hanno falsificato la giustificazione!
  • Argomento 6) la stanza Covid! Eccoci alle dolenti note! Beh… come se quelle prima fossero allegre!però nessuna supera la stanza del terrore, la introduce una porta nera con al suo ingresso un bidello travestito da Caronte, traghettatore di anime impure! All’interno ti trovi in una specie di stanza delle torture medievale! Sei solo e impaurito, in testa ti mettono un cappello con le orecchie d’asino, con la scritta “professor Zangrillo”; al collo invece un cartello con la dicitura: “no all’ottimismo… sì alla positività!”Ma, come se non bastasse, da dietro un vetro, tipo sala interrogatori della questura, ti bullizzano i ministri 5 stelle, capitanati da Rocco Casalino, perché Conte è in vacanza con la fidanzata all’isola di Pago! Inoltre sono pure incitati da commissario Arcuri, al grido “vergogna!!! così impari ad andare al Billionaire!!!” “ma veramente ho solo 7 anni!!!” risponde il bimbo tremante,“e allora doppia vergogna!!! sarai stato a Ibiza!”!
    Insomma per concludere, Paolo Fox ha previsto che sarà un anno splendido per la scuola! Le previsioni invece di SNAI e Bwin invece danno 13 giorni di frequentazione il primo quadrimestre e 11 il secondo! Per quanto riguarda i voti e l’apprendimento? Ma chissenefrega di queste cose, ci sono gli starnuti da controllare! Credo sentiremo frasi di questo tipo: “bravo, hai studiato, hai espresso bene i concetti essenziali, meriteresti 8, ma a metà interrogazione hai fatto un colpo di tosse, quindi ti devo togliere mezzo voto!”! Ne vedremo delle belle, e questa volta purtroppo non saranno le studentesse! Buona scuola a tutti!!! scritto giusto…alla faccia della circolare!

[m.l.]