Covid-19: un test che rivela carica virale e anticorpi in 12 minuti

17.09.2020 – 07.10 – Dodici minuti per scoprire se si è positivi e al contempo se si sono sviluppati gli anticorpi al SarsCov2 ed infine avere un’indicazione in merito alla sua sua carica virale, con la possibilità, quindi, di individuare i pazienti maggiormente infettivi. Si tratta del nuovo test sviluppato da A. Menarini Diagnostic, che si avvale della piattaforma Point of Care AFIAS, facile e comoda da trasportare e dunque utilizzabile anche in contesti operativi decentralizzati rispetto al laboratorio d’analisi, la quale permette di effettuare entrambi i test: tampone e test sierologico.
In pratica viene prelevato il campione dal paziente tramite tampone nasofaringeo e, nel caso di infezione, grazie ad un grado di sensibilità particolarmente elevato, AFIAS permetterà non solo di rilevare la presenza o meno del virus, ma anche la sua carica virale. Allo stesso modo, tramite digito puntura o attraverso un prelievo venoso, la medesima strumentazione potrà venire utilizzata anche per l’indagine sierologica misurando la quantità di anticorpi IgM e IgG presenti nel sangue del paziente. Attualmente sono disponibili due modelli AFIAS 1 ed AFIAS 6 che consentono di effettuare rispettivamente uno e sei test alla volta.
“Anche l’azienda italiana Menarini sta facendo un lavoro importante, la scienza sta facendo un lavoro senza precedenti” ha evidenziato il ministro della Salute Roberto Speranza. “Sul test che dà risultati in 12 minuti annunciato oggi è ovvio che c’è bisogno che le autorità nazionali facciano una verifica puntuale. E quindi non basta che un’azienda lanci un prodotto, perché c’è bisogno che sia validato, ma quello che vediamo è che c’è un’evoluzione continua”.

(Fonte Repubblica)