Prezzi a Trieste: in aumento alimentari e analcolici

15.09.2020 – 11.30 – La stima definitiva per l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), ovvero il calcolo che prende come riferimento l’intera popolazione presente sul territorio e l’insieme di tutti i beni e servizi acquistati dalle famiglie, nel mese di agosto 2020, per quanto riguarda il Comune di Trieste ha registrato un +0,3 per cento rispetto a luglio 2020 e un -0,6 per cento rispetto ad agosto 2019. (Nel mese di luglio 2020 era stato ha registrato un -0,3 per cento rispetto al mese precedente, ed un -0,4 per cento rispetto all’anno precedente).
In aumento la voce “prodotti alimentari e bevande analcoliche” (+2,3 per cento rispetto allo stesso mese del 2019, e +0,1 per cento rispetto a luglio 2020); “bevande alcoliche e tabacchi” (+1,9 per cento rispetto al 2019 e +0,1 per cento rispetto al mese precedente); “servizi sanitari e spese per la salute” (+0,8 per cento rispetto all’anno precedente e +0,1 rispetto a luglio 2020). Inoltre, in calo rispetto all’anno precedente ma in risalita rispetto a luglio la voce “ricreazione, spettacoli e cultura” con rispettivamente un -0,8 per cento ed un +0,4 per cento. In calo invece “abbigliamento e calzature”, (-0,7 per cento rispetto al 2019 e -0,7 per cento rispetto a luglio 2020), e la voce “comunicazioni” (-5 per cento rispetto all’anno precedente e -0,4 per cento rispetto a luglio 2020).