Pallamano Trieste, esordio casalingo con vittoria: Junior Fasano ko per 28-24

13.09.2020 – Buona la prima al Palachiarbola per la Pallamano Trieste. Dopo il pari esterno contro Sassari nella prima giornata di campionato, gli alabardati hanno giocato ieri, sabato 12 settembre, la prima gara casalinga di questo campionato 2020/2021, scontrandosi contro Junior Fasano e vincendo contro i pugliesi per 28-24. Due punti portati a casa e ottima prestazione, che fanno ben sperare in vista della prossima giornata, che vedrà gli alabardati affrontare, ancora una volta in casa, Ego Siena: l’appuntamento è sabato 19 settembre alle 19.

I primi 8′ di gioco sono molto equilibrati: le squadre si studiano e nessuna delle due riesce ad affondare il colpo, né a portarsi avanti rispetto all’avversaria, con il punteggio che si fissa sul 4-4. Si tratta però soltanto di una fase: dopo l’iniziale assestamento, infatti, la Pallamano Trieste prende le redini dell’incontro e inizia a mettere in mostra un gioco fluido e piacevole, che mostrerà per larghi tratti lungo tutta la partita. I ragazzi di Fasano accusano il colpo, cosicché la Pallamano Trieste possa iniziare a prendere il largo: e così, nei minuti successivi, gli uomini di Carpanese realizzano un break di 6-1, che pare tagliare le gambe alla squadra pugliese, che scivola sino al -6 (il punteggio è ora sul 13-7). La reazione ospite, però, arriva, trascinata soprattutto dallo svedese Jarlstarn, che permette alla sua squadra di rientrare in partita, realizzando un parziale di 0-4 quando sta per finire la prima metà di gara. Un rigore di Dapiran chiude le ostilità della prima frazione, il cui punteggio è ora sul 14-11.

A inizio ripresa, la Pallamano Trieste dà il colpo da knock out: nel giro di 3′, infatti, sospinta da Bratkovic, Popovic e Dapiran, la squadra alabardata mette a segno un altro break di 3-0, portandosi sul comodo 17-11, che le permette ora di gestire la gara. Il divario si allunga ancora (al 36′ il punteggio è di 20-12) e il risultato non è più in discussione, nonostante la reazione dello Junior Fasano, che nei minuti finali prova ad accorciare lo svantaggio, ma è troppo tardi: al fischio finale, infatti, il tabellone recita 28-24 per la Pallamano Trieste.

Il battesimo casalingo della nuova Pallamano Trieste è più che positivo: prima vittoria stagionale, che lascia in dote due punti importanti (che proietterebbero gli alabardati in terza posizione in classifica, ma siamo solo alla seconda giornata ed è sicuramente troppo presto per guardare la graduatoria) ma soprattutto una prestazione eccellente: gioco fluido, buona prestazione sia in difesa (dove tra i pali si mette in buona luce Milovanovic) che in attacco (ben 17 punti realizzati dal duo Dapiran-Bratkovic), ma soprattutto una prestazione matura, da squadra conscia di sé e delle proprie possibilità: sempre in controllo dell’incontro, la Pallamano Trieste ha scelto bene i momenti della gara in cui accelerare, aumentando il vantaggio, e quelli in cui gestire la gara, senza subire mai l’avversario e senza mai permettere a Fasano di rientrare in gara.

Soddisfatto del risultato e della prestazione il tecnico Carpanese: “Sono contento del risultato ottenuto, di certo oggi è stato importante vincere per eliminare definitivamente le scorie accumulate sette giorni prima a Sassari.”. La vittoria della Pallamano Trieste è stata accompagnata da una prestazione ottima a 360 gradi: “La squadra è entrata subito in clima partita, una buona difesa condita da validi contropiedi ci hanno permesso di allungare il divario anche se potevamo essere più cinici nel chiudere in anticipo il match senza permettere alla Junior Fasano di avvicinarsi nel punteggio.”.

Nonostante il buon risultatoe la vittoria, Carpanese individua comunque qualche aspetto da migliorare: “Dobbiamo ancora lavorare molto credendo maggiormente nelle nostre forze e cercando, allo stesso tempo, di aumentare l’amalgama del gruppo in modo da poter migliorare.”. L’esordio casalingo per la Pallamano Trieste è stato positivo, con l’ottima vittoria contro Junior Fasano. Tuttavia, il Palachiarbola era deserto per via delle disposizioni sanitarie. Il pensiero di Carpanese va così ai propri tifosi: “L’unico rammarico è stato quello di giocare senza pubblico sugli spalti, l’aspetto sanitario viene ovviamente prima di qualsiasi cosa, ma la mancanza dei tifosi si è fatta sentire in quanto, da sempre, rappresentano per noi l’ottavo uomo in campo.”.

Pallamano Trieste – Acqua & Sapone Junior Fasano: 28-24 (14-11).
Pallamano Trieste: Doronzo, Dapiran 10, Hrovatin 3, Mazzarol, Pernic 1, Popovic 3, Milovanovic, Di Nardo 2, Stojanovic, Zoppetti, Valdemarin, Parisato, Visintin 1, Bosco, Sandrin 1, Bratkovic 7. Allenatore: Carpanese.
Acqua & Sapone Junior Fasano: De Santis, Angiolini 2, Angeloni, Pugliese 4, Notarangelo 1, Messina 2, De Angelis T. 4, Fovio, Franceschetti 2, Vinci, Beharevic 1, De Angelis A., Jarlstam 8. Allenatore: Ancona.