Formula 1, Scuderia Ferrari pronta a celebrare il suo GP numero 1000

13.09.2020 – 08:00 – Sono passati esattamente 90 anni e tre mesi da quel ormai lontano 16 Giugno 1930 quando il pilota mantovano Tazio Nuvolari tagliò il traguardo della corsa automobilistica ”Trieste-Opicina” in prima posizione, regalando così alla neonata ”Scuderia Ferrari’’ il prmissimo trofeo della sua leggendaria storia sportiva. Oggi, Domenica 13 Settembre 2020, la casa del cavallino rampante celebrerà un ulteriore storico anniversario; il suo Gran Premio numero 1000. La ricorrenza, avrà luogo nell’ambito del nono appuntamento stagionale della stagione 2020 della Formula Uno. Questo pomeriggio, alle ore 15:10, presso il circuito toscano del Mugello (FI), le monoposto di Maranello scenderanno in pista con una speciale livrea color ‘’Rosso Corsa’’, l’iconica verniciatura carminia che tra gli anni ‘30 e ‘50 caratterizzò le automobili da competizione italiane più vincenti di sempre. Le vetture che verranno utilizzate da Charles Leclerc e Sebastian Vettel sull’insidioso tracciato fiorentino, rappresentano due esemplari unici di ”Ferrari SF90” denominati, per l’occasione, ”Ferrari SF1000’’ .

La gara sarà trasmessa in TV a partire dalle ore 15:00, in diretta sul canale a pagamento ‘’SkySportF1HD’’ o in chiaro su ‘’TV8’’.

Foto, Facebook. ”Scuderia Ferrari”.

La prima volta del Mugello:

Per la prima volta nella sua storia – ha ricordato Ferrari in un comunicato stampa – l’Autodromo del Mugello ospiterà una gara valida per il FIA Formula 1 World Championship. In un calendario sportivo rivoluzionato in seguito alla pandemia provocata dal virus Covid-19 si è creata l’opportunità per portare la massima competizione automobilistica in un autodromo all’avanguardia per gli standard di sicurezza e sostenibilità e su un tracciato tanto affascinante quanto impegnativo per piloti e rispettive monoposto.

Inaugurata nel 1974, come naturale evoluzione del ”Circuito Stradale” nato nel 1914, la pista è adagiata sulle colline dei Comuni toscani di ‘’Scarperia’’ e ‘’San Piero a Sieve’’. Da tempo tra gli impianti più amati dai piloti così come da tutti gli appassionati di motorsport, l’Autodromo del Mugello è di proprietà della Ferrari dal 1988 ed è tra le poche piste che la FIA (Federazione Internazionale dell’Automobile) ha certificato con la qualifica 3-Star Level: l’impianto, infatti, ha superato il test ambientale eseguito dalla Federazione, ottenendo così un riconoscimento per l’eccellenza delle politiche di sostenibilità adottate.

Con l’assegnazione del nono appuntamento della stagione al Mugello, l’Italia tornerà ad ospitare due Gran Premi di Formula 1 nello stesso anno (l’ultima volta fu nel 2006, ndr). Quell’anno, infatti, erano stati messi a calendario sia il tradizionale Gran Premio d’Italia sul ”Circuito di Monza”, sia quello di San Marino (RSM), il quale, tuttavia, si svolgeva presso l’emiliano ”Autodromo Enzo e Dino Ferrari’’ di Imola (BO).