“Le Vibrazioni” Summer Tour a Lignano, poco pubblico ma il 2020 è una sfida [foto]

07.09.2020 – 15.58 – Ha toccato anche Lignano Sabbiadoro il Summer Tour 2020 che ha visto “Le Vibrazioni” suonare all’interno della kermesse “Nottinarena”. Il concerto, che si è svolto nel pieno rispetto delle norme vigenti Covid-19, non ha visto purtroppo il pubblico delle grandi occasioni, complice probabilmente anche lo spostamento di data dovuto al cattivo tempo della settimana scorsa che ha procurato molte rinunce da parte di turisti ormai rientrati a casa. “Seguire le regole ma vivere la vita fino in fondo è la grande sfida”; è ciò che spiega la band milanese, che vuole “resuscitare” la musica live, liberando la sua scarica di energia rock in tutta Italia. Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco ‘Garrincha’ Castellani e Alessandro Deidda stanno portando infatti sul palco i singoli più recenti e i grandi successi che hanno segnato i loro 20 anni di carriera. “Per noi che facciamo musica vera e suonata, adattarci a nuove location non è un problema”, dichiara il cantante. “D’altronde suonavamo nelle cantine e ritrovarci a farlo in una valle o in una piazza è un’esperienza emozionate. Seguire le regole ma vivere la vita fino in fondo è la grande sfida che abbiamo davanti in questo momento, per questo abbiamo deciso di tornare a imbracciare gli strumenti, facendo qualcosa di concreto ma con consapevolezza, e poi perché c’è proprio bisogno di una buone dose di energia rock in questo periodo!”.

La scaletta ha mixato i successi dei primi dischi alle canzoni più recenti, ma non sono mancate le sorprese, a cominciare dal singolo “Per fare l’amore”, scritto dal frontman durante il lockdown, insieme a Roberto Casalino e Davide Simonetta. Il brano è diventato ben presto una hit estiva con il suo ritmo travolgente e la sua positività, accompagnato inoltre da un video girato a Milano durante la Fase 2 con il contributo dei fan: un drone mostra la città dall’alto, immersa nel silenzio, mentre tutti nelle proprie case si scatenano al ritmo della canzone.
Spiega inoltre Sarcina: “A volte è bello stimolarsi nella scrittura, così si faceva negli anni passati, perché vedi la canzone da un altro punto di vista e può cambiare il tuo modo di scrivere. Quando uno trova il proprio codice, poi diventa difficile scardinarlo per fare un’altra cosa. Invece avvalendosi di altre belle menti musicali si creano delle Jam session per scoprire robe nuove. Ci siamo messi a scrivere, scrivere, scrivere… Negli anni quando abbiamo iniziato eravamo molto aperti come idee, soprattutto nel rapporto interno, ma eravamo chiusi con il mondo esterno. Quando ci siamo ritrovati tre anni fa abbiamo riscoperto il piacere di far entrare persone esterne nella nostra sala prove. Un esempio è Skin, con cui abbiamo duettato due anni fa e abbiamo fatto uscire poi il singolo. è capitato anche con Jake la Furia e sta capitando anche con gli autori. Siamo ancora più curiosi di prima”. Le Vibrazioni, con i loro 20 anni di carriera, sono una delle band italiane più longeve; sulla scena pop rock italiana si sono imposti con i loro 5 album, che contano complessivamente più di un milione di copie vendute. Tutti i loro ultimi 6 singoli, da “Così sbagliato” del 2018, al brano con il quale si sono classificati quarti al 70mo Festival di Sanremo, “Dov’è”, hanno conquistato le classifiche radiofoniche.

Roberta Radini