Nuovo DPCM Conte, novità in arrivo per le coppie internazionali e gli spostamenti in Italia

06.09.2020 – 16.55 – Da domani, lunedì 7 settembre, entra in vigore il nuovo DPCM del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, valido fino al 30 settembre 2020. Le regole rimangono le stesse del precedente DPCM, entrato in vigore lo scorso 10 agosto, tra cui: l’uso delle mascherine nei luoghi chiusi (locali, autobus) e dove non è possibile mantenere il distanziamento, l’obbligo di rispetto di un metro di distanza tra le persone, il divieto di assembramento e l’obbligo di tampone per chi torna da uno dei paesi ritenuti a rischio Covid-19. Rimangono altresì chiuse le discoteche, mentre gli eventi sportivi e i campionati di Serie A si svolgeranno a porte chiuse.

Novità introdotte nel nuovo DPCM. Il premier Conte, presente a Trieste per la cerimonia di chiusura dell’European Science Forum, ha ribadito che “non vi sarà più nessun lookdown generalizzato”; l’andamento dei nuovi casi positivi mostra però che non siamo al riparo dai contagi. Il DPCM del 7 settembre riconferma le regole vigenti del precedente DPCM con però alcune novità:

  • La capienza dei mezzi pubblici, estesa all’80 per cento;
  • Gli scuolabus potranno viaggiare con la capienza massima consentita solo se i trasportati non rimarranno a bordo per un tempo che superi i 15 minuti;
  • Una novità introdotta è la possibilità d’ingresso e transito nel territorio nazionale per ricongiungimento del partner residente in un paese fuori dall’area Schengen. Fino ad oggi, l’ingresso sul territorio da un paese fuori Schengen era consentito solo per esigenze lavorative, o di assoluta urgenza, o di salute oppure di studio.

Rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Da domani, a quanto si apprende dal nuovo DPCM, “è consentito l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio, l’abitazione e la residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una stabile relazione affettiva”. Per gli spostamenti oltre confine è stato riconfermato quanto segue: il Ministro della Salute Roberto Speranza, con l’Ordinanza del 12 agosto 2020, oltre a quanto già previsto per i Paesi UE, ha stabilito che coloro che entrano/rientrano in Italia da Croazia, Grecia, Malta, Spagna (dopo soggiorno o anche solo transito) dal 13 agosto e fino a nuovo ordine siano sottoposti a tampone.

[c.a.]