Triestina, ufficiale l’arrivo di Ligi dal Carpi

02.09.2020 – Continua a prendere forma la Triestina che verrà, con un calciomercato condotto da Mauro Milanese allo scopo di fornire al proprio tecnico Carmine Gautieri un organico che risponda più possibile alle richieste del tecnico campano. Se centrocampo e attacco sono già al completo, con gli arrivi nelle scorse settimane di Rizzo, Petrella, Di Massimo e Boultam, altrettanto non si può dire della difesa, dove l’arrivo di Rapisarda ha colmato la lacuna sulla fascia destra, lasciando però un buco al centro della difesa. Buco che oggi la Triestina ha colmato con l’acquisto di Alessandro Ligi.

Il nome del 31enne centrale difensivo marchigiano veniva accostato all’Unione già dalla fine dei playoff lo scorso 10 luglio, quando Milanese si era già messo al lavoro per migliorare la rosa degli alabardati. Orfana di Malomo e senza la certezza di riuscire a riscattare Signorini, infatti, la difesa della Triestina aveva bisogno di rinforzi che potessero fornire alternative ai soli certi della permanenza, Lambrughi e Tartaglia. L’identikit fornito da Gautieri, che cercava per il reparto un uomo di esperienza, che conoscesse la categoria e forte fisicamente ha portato così gli uomini mercato dell’Unione a concentrare le proprie attenzioni su Alessandro Ligi, che intanto aveva deciso di lasciare Carpi, dove era stato titolare nella scorsa stagione. Ligi ha firmato un contratto biennale, che scadrà il 30 giugno 2022.

Non è la prima volta che Ligi veste la maglia alabardata: il marchigiano giocò con la Triestina già nella stagione 2008/2009, quando fu impiegato nella formazione Primavera dei giuliani. Aveva già esordito tra i professionisti, Ligi: nelle due stagioni precedenti, infatti, con San Marino (società all’epoca titolare del cartellino) e Bellaria Igea Marina, infatti, scese in campo in una manciata di occasioni. Il rientro a San Marino, nell’estate 2009, lo vede assicurarsi un posto da titolare in Seconda Divisione, raccogliendo nelle due stagioni successive la bellezza di 52 presenze e attirando le attenzioni del Crotone in Serie B. La prima stagione tra i pitagorici lo vede spesso relegato ai margini della squadra, ma pian piano Ligi si conquista una maglia, al punto che nel 2013 il Parma ne acquista la metà del cartellino, lasciandolo però in Calabria.

La sua esperienza calabrese si conclude nel 2014, dopo 50 presenze in tre stagioni in Serie B, quando passa al Bari. Tra i galletti rimane solo fino a gennaio (scendendo comunque in campo in 14 occasioni), perché poi arriva la chiamata dell’Entella, che lo prende in prestito affidandogli la guida della difesa. Rientrato al Bari, trascorre anche la stagione 2015/2016 in prestito, prima ad Avellino e poi a Vicenza. Nell’estate 2016 viene tesserato dal Cesena in Serie B, giocando con regolarità e andando a segno in 3 occasioni. Anche nella stagione successiva inizia a Cesena, ma dopo aver giocato con i bianconeri la prima gara della stagione viene acquistato dal Carpi. Dopo un anno e mezzo con i biancorossi, Ligi si sposta in prestito allo Spezia, dove rimane da gennaio a giugno del 2019, senza però trovare continuità e rientrando al Carpi, nel frattempo retrocesso in Serie C, in cui nell’ultima stagione ha giocato da titolare.

La Triestina si assicura dunque un centrale dalla grande fisicità (191 centimetri per 83 chili) e dal notevole bagaglio di esperienza (ha giocato 268 partite di campionato, di cui 79 in Serie C, Prima Divisione e Seconda Divisione), che conosce già la città (avendoci trascorso una stagione) e che è pronto a mettersi a disposizione del mister e dei compagni. Dopo aver completato l’attacco e il centrocampo e aver preso un nuovo portiere, anche la difesa della Triestina, adesso, sta prendendo forma.