Colpo olandese per Gautieri, arriva il centrocampista Boultam

16.08.2020 – Il colpo era nell’aria: la trattativa era ben avviata e mancava solo l’ufficialità, che adesso è arrivata: il centrocampista olandese Reda Boultam, talentuoso classe 1998, approda alla Triestina, andando così a rinfoltire un centrocampo che può ora definirsi al completo, con Maracchi, Steffè, Lodi, Giorico, Rizzo e Paulinho, oltre al giovane Salata e appunto al neoarrivato Boultam che offrono a Gautieri una vasta gamma di soluzioni, al di là del rodato 4-3-3 del tecnico campano, che potrà così divertirsi a introdurre variazioni sul tema in situazioni di necessità.

Reda Boultam, infatti, oltre a poter ricoprire ogni posizione in una mediana a tre elementi, può ben ricoprire anche posizioni più avanzate, tra le linee sulla trequarti, dove può sfruttare le proprie qualità tecniche e il proprio estro per scardinare le linee arretrate avversarie. Arriva dalla Cremonese, in Serie B, dove in due stagioni ha messo insieme 18 presenze impreziosite da una rete. Ma a fare da garanzia è la sua formazione: cresce infatti nella florida scuola calcistica dell’Ajax, nella quale ha incontrato, tra i giocatori della sua stessa età, gente del calibro di De Ligt e Kluivert. Svincolatosi dalla Cremonese, ha scelto Trieste per proseguire la sua crescita, nonostante l’interesse di diversi club della Serie B.

Tanto lavoro per Milanese, tra arrivi e partenze, in vista dell’inizio del ritiro

Con l’arrivo di Boultam, il centrocampo alabardato pare essere al completo, soprattutto in virtù del limite di 22 elementi in rosa, che costringerà a fare dei tagli alla rosa, visto che servono anche dei nuovi innesti, principalmente in difesa: al momento, infatti, Gautieri può contare su pochi elementi dietro. Senza Formiconi e con il solo Scrugli, la fascia destra ha bisogno di un titolare, che potrebbe essere il capitano della Samb Rapisarda o anche qualche nome a sorpresa (cosa alla quale Milanese è comunque particolarmente avvezzo), mentre a sinistra, per il ruolo di vice-Brivio era circolato il nome di Franco, oltre che quello di Ermacora, talentuoso terzino mancino già in forza all’Unione l’anno scorso e rientrato a Udine per la fine del prestito.

Oltre alle fasce, bisogna rinforzare anche il centro: Lambrughi e Tartaglia, tra i giocatori attualmente in rosa (in quel reparto figurano infatti anche Codromaz e Cernuto, ma nessuno dei due rientra nei piani della società, né del tecnico) sono gli unici giocatori che rientrano nel progetto tecnico alabardato. Si cercano dunque due centrali: uno di questi potrebbe essere Signorini, il cui prestito dal Catanzaro scade il 31 agosto e che la Triestina sarebbe intenzionata a far suo definitivamente, viste le buone prestazioni nelle poche presenze collezionate dal suo arrivo a gennaio. Per il quarto difensore, invece, i nomi che sono circolati dalla fine dei playoff sono numerosissimi: il primo, in ordine di tempo, era stato quello di Alessandro Ligi, svincolatosi dal Carpi. A seguire, all’Unione sono stati accostati i vari Conson, Troest e, negli ultimi giorni, Silvestri (attualmente in forza al Catania) e Luca Martinelli del Catanzaro.

In uscita, invece, sono da monitorare diverse situazioni: oltre ai rientri dai prestiti del già citato Codromaz e di Ferretti (entrambi tra i cedibili e in attesa di trovare una destinazione) vi sono altri casi da monitorare: Cernuto non rientra tra i piani alabardati e dovrebbe essere ceduto, mentre a centrocampo, con l’arrivo di Rizzo e con l’arretramento a mezzala di Procaccio sembrano ridursi notevolmente gli spazi per Salata e Giorico. Difficile ipotizzare una partenza dei Muli Steffè e Maracchi (quest’ultimo peraltro fresco di rinnovo biennale), così come del faro del centrocampo Lodi e del lungodegente Paulinho, che prima dell’infortunio sembrava stesse finalmente integrandosi al meglio nell’organico alabardato.

In avanti, oltre a Ferretti, in uscita potrebbe esserci Gatto: uno tra lui e Mensah sarà sicuramente sacrificato, vista la sovrabbondanza di ali a disposizione di Gautieri. È stato lo stesso Milanese, ai microfoni di TSportinthecity, a svelare che il prescelto per la cessione potrebbe essere proprio l’ex Entella, mentre Mensah dovrebbe così rimanere come vice-Di Massimo. Insomma, il lavoro da fare per Milanese è tantissimo, in vista della partenza per Ravascletto, sede del ritiro che incomincerà domenica 23 agosto, data per la quale sarebbe importante avere già la rosa definita e completa. Ci sarebbe tempo, per le trattative, fino al 5 ottobre, ma avere delle certezze sin dall’inizio della preparazione sarebbe molto importante.