Denunciata 296 volte, aveva fatto perdere le proprie tracce dal 2014: rintracciata dai Carabinieri

12.08.2020 – 11.40 – Nel corso dei servizi di retrovalico disposti dalla Compagnia di Aurisina, una pattuglia del Radiomobile ha rintracciato A.P., 41enne rumena di etnia Rom, che è risultata essere destinataria di un decreto di carcerazione con relativa sospensione per furto aggravato e inosservanza al divieto di ritorno nel comune di Roma e di un decreto per l’applicazione della misura della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza e divieto di soggiorno nella capitale.
La misura di prevenzione, in particolare, è stata adottata in considerazione del suo curriculum criminale, tanto corposo da aver sorpreso gli stessi Carabinieri.

Infatti, oltre a vari deferimenti per furto aggravato, istigazione a delinquere, impiego di minori nell’accattonaggio ecc., tutti reati commessi presso la Stazione ferroviaria di Roma Termini, nel solo biennio 2013/2014 la donna è stata denunciata ben 296 volte per violazione del foglio di via obbligatorio, avendo continuato a frequentare lo scalo ferroviario romano nonostante le fosse stato vietato.
Dopo il 2014 A.P. era scomparsa, fino a lunedì scorso, quando è stata controllata dai Carabinieri a bordo di un autobus di linea diretto in Romania. I militari le hanno così potuto notificare i provvedimenti.