9.3 C
Trieste
martedì, 25 Gennaio 2022

Lignano “soffre” l’assenza dei turisti austriaci, tra malintesi e paura

06.07.2020 – 08.09 – Lignano Sabbiadoro, nonostante i weekend registri il tutto esaurito in spiaggia, continua a soffrire una stagione estiva “fantasma” dove mancano le prenotazioni per gli alberghi e i B&B. Salgono i clienti italiani, ma trattasi di cifre irrisorie al confronto con quali proventi mietesse invece il turismo austro-tedesco. Il tanto atteso arrivo degli austriaci non si è ancora verificato; e parte della responsabilità pesa sullo stesso governo di Vienna.
Teoricamente l’Italia è un paese a rischio nell’unico caso della Lombardia; ma la mappa sul sito del Ministero degli Esteri austriaco mostra “a rischio” l’Italia intera, senza distinzioni. Come se la situazione del Friuli Venezia Giulia fosse identica a quella delle peggiori zone rosse. Ad aggravare le difficoltà per gli austriaci, il comportamento dei loro stessi datori di lavoro che chiedono al ritorno una quarantena di due settimane non retribuita; una pratica dubbia e in sapore d’illegalità, ha osservato il console austriaco in Italia Clemens Mantl.
Si profila in tal senso una spaccatura tra l’immagine dell’Italia fornita dai giornali e dai mass media locali e la (relativa) tranquillità che invece accoglie il turista quando giunge in Regione. Attualmente predominano le disdette da parte dei paesi del Nord, con relativi danni al settore alberghiero. Onde limitare i danni, la maggior parte degli albergatori di Lignano adesso accetta il bonus vacanze; ma le procedure sono complicate, i clienti esigui; è l’equivalente di un cerotto applicato su una ferita che richiederebbe un pronto intervento.

[z.s.]

Ultime notizie

Dello stesso autore