10.4 C
Trieste
martedì, 6 Dicembre 2022

Bonus Sociale: ne ha fatto richiesta solo il 30 per cento degli aventi diritto

22.07.2020 – 11.00 – Il bonus sociale serve ad aiutare le famiglie in difficoltà economica a pagare le bollette di luce, gas e acqua. Le utenze, che sono considerate un bene di prima necessità, stanno avendo un peso sempre più importante nei bilanci di milioni di famiglie italiane.
Per questo motivo è stato istituito un Bonus Sociale, cioè uno sconto all’interno delle bollette di luce, gas e acqua che alleggerisca il peso economico di queste famiglie.
Il Bonus però non viene erogato in automatico, ma deve essere fatta regolare richiesta al proprio comune o all’agenzia delle entrate presentando il proprio ISEE.

I dati rilevati però ci danno dei risultati sconcertanti. Infatti, nel 2019 sono risultate destinatarie del bonus oltre 830.000 famiglie, cioè appena un terzo di quelle che ne hanno effettivamente diritto.
Nonostante le campagne promozionali effettuate dall’ARERA, solo il 31 per cento circa di chi potrebbe usufruire del Bonus Sociale, ha fatto regolare richiesta. Per questo motivo, dal 1° gennaio 2021, il riconoscimento del bonus sociale avverrà automaticamente senza la necessità di effettuare la domanda.
In questo modo sarà possibile colmare la grande lacuna che abbiamo ad oggi, riducendo il divario tra i potenziali utenti che hanno diritto al bonus e coloro che effettivamente godono del bonus.

Questo sarà possibile grazie allo scambio di informazioni tra l’INPS e il SII (Sistema Informativo Integrato gestito dall’azienda Acquirente Unico S.p.a.), ovviamente, con il dovuto rispetto delle normative sulla privacy e la protezione dei dati personali.
L’ARERA sta quindi lavorando sull’operatività per la gestione delle nuove erogazioni del Bonus Sociale.

Come già detto, il Bonus Sociale è a tutti gli effetti uno sconto all’interno della fattura di energia, gas e acqua che viene applicato indipendentemente dal fornitore con cui ci si trova. Questo significa che i fornitori di energia, in tutto questo, ricoprono il ruolo di spettatori, cioè non si occupano della gestione delle pratiche e non decidono se applicare o meno il Bonus.

In ogni caso, è sempre bene rivolgersi al proprio consulente energetico di fiducia, che deve essere in grado di fornire tutte le informazioni e istruzioni necessarie del caso.

Manuel Flaugnacco

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore