Triestina alla ricerca di una sede per il ritiro, intanto si lavora per un difensore

22.07.2020 – Sembrava, negli scorsi giorni, che fosse tutto pronto per il ritorno in campo della Triestina, in vista della prossima stagione (che avrà inizio, per quanto riguarda la Serie C, il 27 settembre): le date e la sede del ritiro, infatti, erano state scelte: il 9 agosto i giocatori alabardati si sarebbero ritrovati, con le visite mediche e i controlli legati al Covid-19 che avrebbero avuto luogo nei due giorni successivi, prima della partenza per la sede di Piancavallo, dove il gruppo di Gautieri sarebbe rimasto fino al 27 agosto a svolgere il consueto ritiro prestagionale.

E invece, per l’Unione, le cose non sono così facili. Dall’albergo di Piancavallo scelto da Milanese per ospitare i suoi ragazzi, infatti, è arrivata la comunicazione dell’impossibilità di mettere in atto tutte le norme anticontagio previste in questi casi, così come dalle altre strutture alberghiere contattate. Impossibile, dunque, svolgere la fase iniziale della preparazione a Piancavallo: a questo punto, come rivelato da Trivenetogoal, la Triestina ha iniziato a sondare altre località montane: da Sappada a Tarvisio, fino a Forni di Sopra e Ravascletto, ma sinora non è arrivata da nessuna parte una risposta affermativa e così, i piani della Triestina per l’inizio della stagione rischiano di dover essere riprogrammati, comprese le date che potrebbero dover cambiare, andando così a stravolgere i piani di Gautieri per la nuova annata.

Calciomercato, il difensore potrebbe essere Conson?

Se la programmazione del ritiro si è finora rivelata più complicata del previsto, il lavoro di Milanese sul mercato prosegue invece tranquillamente, alla ricerca di innesti per puntellare la rosa e fornire a Gautieri alternative di spessore ai titolari. Se centrocampo e attacco appaiono tutto sommato al completo (nonostante Milanese sia comunque alla ricerca di un uomo per reparto), almeno numericamente, è la difesa il reparto che bisogna rimpolpare, soprattutto con giocatori di esperienza: il 25enne Codromaz tornerà dal prestito al Rimini, ma difficilmente riuscirà a conquistarsi la fiducia di Gautieri. Signorini dovrebbe tornare al Catanzaro e così il pacchetto di centrali difensivi a disposizione del tecnico campano sarebbe ridotto ai soli Lambrughi, Tartaglia e Cernuto – che però non pare godere della considerazione dell’allenatore.

Si guarda dunque a dei centrali, preferibilmente esperti: i nomi circolati nelle ultime ore per il reparto arretrato sono soprattutto quelli di Alessandro Ligi, 31enne in scadenza con il Carpi (che pare gradire molto la destinazione giuliana) e Diego Conson, attualmente in forza alla Carrarese di Silvio Baldini ma con un contratto in scadenza. Il classe 1990 nativo di Napoli fu già cercato dalla Triestina nel mercato di gennaio, senza però che l’affare andasse in porto. Chissà che questa sia la volta buona? Milanese intanto continua a sondare il mercato dei difensori, cercando il colpo per assicurare a Gautieri un reparto arretrato completo e di qualità.