Il tampone non mente, Jair Bolsonaro è positivo al Coronavirus

07.07.2020 – 19.40 – Prima un leggero raffreddore; il quale non aveva impedito di partecipare a un barbecue dell’ambasciata americana, nell’occasione del 4 luglio. Poi la febbre, salita a 38; e dolori muscolari propri del Covid-19. Il primo tampone, qualche giorno fa, aveva dato esito negativo; ma i rinnovati dolori ne avevano imposto un secondo che si è rivelato, stando alla CNN brasiliana, positivo. Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro è pertanto infetto col Coronavirus; stando alle prime indiscrezioni starebbe assumendo compresse di idrossiclorochina, sotto costante osservazione medica. Nel frattempo ha cancellato tutti gli impegni di lavoro previsti per questa settimana.
Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro si era in passato vantato del proprio passato da atleta, definendo il Coronavirus una “febbricciatola” o “un po’ di raffreddore“.
Lo scorso marzo, mentre la pandemia da Coronavirus imperversava in Italia, aveva definito la nazione come “un paese pieno di vecchietti“. “In ogni appartamento – aveva aggiunto il leader del Brasile – ce ne sono almeno una coppia, come a Copacabana. Per questo motivo ci sono tanti morti”. Secondo il presidente la malattia colpiva gravemente solo nazioni colpevoli di avere tanti “vecchi” come l’Italia; eppure in quegli stessi giorni (19 marzo 2020) il Brasile registrava il suo primo morto da Coronavirus.

[z.s.]