ENAC, niente bagaglio a mano a bordo degli aerei

26.06.2020 – 10.00 – Con la riapertura di buona parte dei confini e quindi la possibilità di tornare a viaggiare, alcune misure sono state introdotte per i passeggeri dei voli aerei al fine di limitare e contenere la diffusione del contagio da Covid-19. A tal proposito l’ENAC – Ente nazionale per l’aviazione civile, ha annunciato come, “su indicazioni del Ministero della Salute, in risposta alla richiesta di avere chiarimenti riguardo alle prescrizioni” del DPCM 11 giugno 2020 “relativamente alle condizioni per derogare all’obbligo del distanziamento a bordo degli aeromobili”, non sarà possibile per i passeggeri portare con sé a bordo il “tradizionale” bagaglio a mano, che dovrà quindi obbligatoriamente essere messo in stiva. Nella nota dell’Ente si legge infatti come “ai passeggeri è consentito di portare a bordo solo bagagli di dimensioni tali da essere essere posizionati sotto il sedile di fronte al posto assegnato” in quanto “per ragioni sanitarie non è consentito a nessun titolo l’utilizzo delle cappelliere”.

Tale precisazione, riporta il Corriere della Sera, si è resa necessaria a seguito della pubblicazione del DPCM dell’11 giugno scorso in Gazzetta Ufficiale, dove in uno degli allegati tecnici veniva imposto il divieto dei trolley “di grandi dimensioni” senza tuttavia specificare se sarebbe stato possibile utilizzare le cappelliere per riporre i propri effetti personali, né tantomeno la dimensione massima consentita.

“Si ricorda” si legge infine nella nota “che l’obbligo di distanziamento deve essere rispettato da tutti i vettori a prescindere dalla nazionalità e che tutte le condizioni per derogare al distanziamento devono sussistere contemporaneamente”.