30.3 C
Trieste
domenica, 3 Luglio 2022

Donne e guai, le categorie Over 45! In Briciole

26.06.2020 – 12.56 Allora mi ripeto, come dissi, e concludo il mio viaggio: le categorie femminili Over 45, formatesi con pazienza certosina solo per far impazzire gli uomini e mandare i più fragili in TSO, sono le seguenti:

  • cat.1) le eterne romantiche! Quelle con la scatola di Baci Perugina sempre sulle ginocchia, i film in bianco e nero in DVD e gli Harmony sul comodino, e il fazzoletto per coprire i singhiozzi mentre leggono un aforisma Facebook! Quelle che al primo appuntamento ti raccontano tutta la loro vita, ex compresi, con il ritmo di un monologo di Saviano, che ti prende l’abbiocco tra l’antipasto e il primo; ex poi che loro individuano in due categorie ben distinte: ex di cui sono ancora innamorate, di cui conoscono ogni spostamento tipo agente Stasi oppure ex che odiano con tutta l’anima, seguito da schiere di avvocati, investigatori e a volte pure da un sicario! Quelle che se incontrano uno che le piace, lo raccontano alle loro amiche appena rientrate a casa in una nottata di “dai dai… racconta!!”, ma non solo a quelle del cuore, ma persino a quelle virtuali, con cuoricini, smile sorridenti e poesie di Alda Merini a perdita d’occhio, mandando all’aria in un paio d’ore di crescente eccitazione e entusiasmo, anni e anni di riservatezza e di evoluzioni delle teorie dei massimi sistemi e di sequenze di Fibonacci! “Me lo sposo…voglio dei figli da lui!” Ma come figli? E chi sei? Gianna Nannini! Ma come? Non eri un tipo che pretendeva riservatezza? Sì con te, ma se uno mi fa sangue, se sento le farfalle nello stomaco, sbraco!
  • Cat. 2) le deluse! Quelle che “ti vedo più come un amico” te lo dicono già al citofono quando suoni perché scendano! Quelle che indossano il cilicio! Quelle che se le regali un fiore, ti guardano con sospetto e pensano “questo vuole solo portarmi a letto, mentre io sognavo di stirargli le camicie!” Quelle che “oggi non posso perché viene mio zio centenario dall’America”! Almeno venisse per un lascito ereditario, no viene per farsi la dentiera nuova, ma lei deve essere lì con lui! Quelle che hanno assemblea di condominio come scusa ogni tre giorni e il gatto che sta male ogni cinque! E se un giorno non hanno impegni “oggi sono distrutta, l’altra notte ho dormito solo 12 ore!”! Quelle a cui, dopo un agognano caffè, chiedi: “ci rivedremo ancora?” “ma certo che sì, sicuramente! È stato un piacere immenso!” con retropensiero “ma neanche se un meteorite distruggesse tutta la popolazione mondiale, meno noi due!”
  • Cat. 3) le esuberanti! Quelle che hanno solo voglia di divertirsi! Quelle che quando suoni il campanello sono pronte! “scendi sono io!” “io chi? potresti specificare meglio?”! Quelle che se non le fai ridere ogni tre frasi dicono che è una serata di merda! Quelle disilluse dall’amore, ma non dal sesso! Che però, quella sera, dopo che si sono scofanate metà delle aragoste del ristorantino sul mare, botta di sfiga, sono assalite da una forte emicrania e devono rientrare, anche perché hanno ricevuto un messaggio WhatsApp dal cane!
  • Cat. 4) le ciniche! Quelle che “gli uomini sono tutti uguali!”! Quelle che “se era buono se lo teneva quella prima!” Quelle del “io sono mia”, del “cerca la felicità dentro di te ed impara ad amarti!”, del “io non cerco una storia…o almeno sicuro non la cerco con te!” Quelle che “non ho più fiducia nel genere umano maschile” perché l’ultima volta che ho lasciato un uomo per il mio collega di lavoro senza pancia, lui per dispetto si è tenuto il mio spazzolino da denti e le manette, più due euro finiti dietro il divano…eh non ci si può proprio fidare degli uomini!
  • Cat. 5) le rompicoglioni! Quelle “ma che camicia ti sei messo?” “ma che cazzo tieni in frigo? “ma quando la ripari quella porta?” “ma dove cavolo mi hai portato?” “ma che auto sporca!”
  • Cat. 6) le permalose! Quelle “oggi non esco!” “oggi non mi va!” “oggi ho da fare l’uncinetto e domani finire il puzzle da 10000 pezzi”! Però ti mandano un vocale, con voce tremolante e offesa, di 34 minuti alle 2 di notte perché hai detto “ciao come stai?” alla tua compagna delle elementari su Facebook!
  • Cat. 7) le filtrate! Quelle che le conosci dal profilo e hanno gli occhi azzurro mare, i boccoli biondi, le lentiggini eccitanti, il fisico da top model e le mani da massaggiatrice orientale…e poi all’appuntamento mandano Cristiano Malgioglio, reduce da una mattinata in fonderia! Ma tu ormai sei lì, e sei un gentiluomo, quindi “dai tesoro, si va al ristorante lo stesso!” “va bene, ma puoi chiamarmi Mario!”
  • Cat. 8) le pratiche! Quelle sempre alla ricerca dell’uomo Ikea, in grado di montare una scarpiera in 30 secondi netti, tagliare l’erba del prato che non curano dai tempi in cui “qui era tutta campagna!” o riparare lo scarico del lavandino entro l’alba, se no minacciano di chiamare l’idraulico e sappiamo tutti come va a finire! Quelle alla ricerca dell’uomo affidabile, e pazienza se è noioso come una pianta da salotto!
  • Cat. 9 le nutrizioniste! Quelle che il fritto fa male, la pizza ingrassa, la pasta di sera non si digerisce e i formaggi fanno acidità, e “non lo vedi che razza di panza che ti è venuta da un mese a questa parte?”! Ma veramente c’era anche prima, è che gli occhi che guardavano erano diversi, i tuoi, erano gli occhi dell’amore!
  • Cat.10) le zoofile! Quelle con lo zoo in casa “amore vieni che è pronto!” “vengo amore!” “dicevo all’iguana!”
  • Una nuova categoria, per finire, si è sviluppata durante la quarantena! Le innamorate di Conte! Nessuno è alla sua altezza, nessuno è affascinante come lui, con quel sopracciglio accattivante e quelle fossette tirabaci! E guardati tu, con quell’aria trasandata e l’aspetto ingobbito, nemmeno consigliere circoscrizionale di minoranza sei riuscito a diventare! Mentre “Lui” ha salvato il Paese dall’estinzione!

Donne, si scherza! Siete tutte bellissime ed entusiasmanti, beh quasi tutte! In fondo fate bene a non fidarvi. Ma chi ve lo fa fare di mettervi in gioco quando state così bene tra un divano e un’amaca, tra una torta in forno e una pizza da far lievitare! In fondo noi uomini siamo poca cosa, razza in via di estinzione, però io lascio sempre buoni ricordi e molti rimpianti nelle fidanzate e compagne che ho amato sempre alla follia! Ricordo ancora ancora adesso con una lacrimuccia il biglietto d’addio di Scarlett quando se ne è andata! Me lo aveva lasciato sul frigo con scritto “non funziona più, me ne vado!” boh, io ho aperto il frigo e mi sembrava funzionasse…e mi sono fatto un panino con la mortazza! Però la frase finale è quella che ancora adesso mi commuove, quando ci penso e sento magari la nostra canzone! C’era scritto: ti ho dedicato i più belli e sinceri “mamma mia… ma quanto sei coglione” della mia vita! Viva le donne! Sempre! Anche quando non le capiamo! Cioè sempre!

[m.l.]

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore