12.3 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Addio a Christo, maestro della Land Art

01.06.20-11.20- L’artista Christo Vladimirov Yavachev è morto a New York all’età di 84 anni. La notizia è stata data ieri, 31 maggio, sul sito dello scultore: “Christo e Jeanne-Cluade hanno sempre detto chiaramente che la loro arte sarebbe continuata dopo la loro morte. L’Arc de Triompe Wrapped (Project for Paris) resta in corsa per il 18 settembre-3 ottobre 2021“.

Era uno dei maggiori rappresentanti della Land Art nonchè realizzatore di opere su grande scala. Christo era noto in Italia per la grande installazione di “The Floating Piers”, sul Lago d’Iseo nel 2016.

Nato il 13 giugno 1935 Gabrovo, in Bulgaria, nel 1957 si trasferì a Praga, in Cecoslovacchia, prima di scappare a Vienna e poi a Ginevra. Nel 1958 si spostò a Parigi, dove incontrò Jeanne-Claude Denat de Guillebon, sua futura moglie e partner nella creazione di opere d’arte monumentali. Jeanne-Claude morì nel 2009. Christo ha vissuto a New York per 56 anni».

La loro condizione irrinunciabile era la libertà, per questo finanziarono sempre le loro imprese pagandole di tasca propria, attraverso i fondi provenienti dalla vendita delle opere e non ebbero mai committenti.

Da oggetti impacchettati a progetti monumentali all’aperto, le opere di Christo e Jeanne-Claude hanno superato i confini tradizionali della pittura, della scultura e dell’architettura. Alcuni lavori principali citati sul sito sono: “Wrapped Coast” a Sydney, Australia (1968–69), “Valley Curtain” nel Colorado (1970–72), “Running Fence” in California (1972–76), “Surrounded Islands” a Miami (1980–83), “The Pont Neuf Wrapped” a Parigi (1975–85), “The Umbrellas” in Giappone e in California (1984–91), “Wrapped Reichstag” a Berlino (1972–95), “The Gates” a Central Park, New York (1979–2005), “The Floating Piers” sul lago d’Iseo (2014–16) e “The London Mastaba” sul lago Serpentine, a Londra (2016–18)».

A conclusione dell’annuncio della morte dell’artista, è stata menzionata sulla pagina web una significativa citazione tratta da una sua lettera del 1958: “La bellezza, la scienza e l’arte trionfano sempre”.

Michela Porta

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore