Stabile (FI): “Perché non sono stati diffusi in modo chiaro i dati sul numero dei contagi in Italia?”

11.06.2020 – 15.35 – “Per quale motivo non sono stati diffusi in maniera chiara e puntuale i dati relativi al numero dei contagi in Italia?” Lo chiede la senatrice di Forza Italia, Laura Stabile, in un’interrogazione al ministro della Salute. “Dall’inizio dell’emergenza Covid – spiega la parlamentare azzurra – il governo, i suoi organi tecnici e in gran parte anche le Regioni hanno fornito informazioni scarse e incomplete. Dai bollettini della Protezione civile e dell’ISS infatti si conoscono solo i dati complessivi per regione, ma per le singole province non sono noti né gli attualmente positivi, né i deceduti e nemmeno i guariti. In questo modo i cittadini non sono in grado di conoscere la situazione reale del proprio territorio. Non solo. Sappiamo che le decisioni del governo per la “fase 2” si sono basate su uno studio, presumibilmente elaborato dall’ISS e dalla fondazione “Bruno Kessler”, che è stato reso noto solo dai media in una versione senza intestazione, senza firma e senza note bibliografiche, e che i dati pubblicati dall’ISS sugli operatori sanitari contagiati sono poco chiari e di difficile interpretazione, mentre non esiste un’analisi completa e approfondita sui casi legati alle strutture sanitarie e assistenziali/residenziali, dove sono avvenuti più della metà dei contagi. A nulla sono servite le richieste dei sindacati che si sono rivolti alle regioni e alle singole aziende sanitarie per avere dati certi. Ci aspettiamo ora – aggiunge la senatrice – che il ministro Speranza risolva questa situazione francamente incomprensibile e che si attivi immediatamente affinché gli organi competenti forniscano ai cittadini e agli operatori sanitari informazioni il più possibile precise, complete e aggiornate sull’epidemia”.

c.s