“Spazzamare”, al via la pulizia dei fondali marini (anche a Trieste)

08.06.2020 – 08.00 – Partirà oggi, anche in Friuli Venezia Giulia e nello specifico a Trieste, l’operazioneSpazzamare” volta a ripulire i fondali marini in prossimità delle coste. Negli anni scorsi sono state coinvolte 20mila persone per un gran totale di 75 tonnellate di rifiuti rimossi. L’azione avviene in concomitanza con il progetto europeo Clean Sea LIFE, nello scenario della Giornata Mondiale degli Oceani. Protagonisti i sommozzatori italiani che si immergeranno nei porticcioli e presso le coste di tutta Italia; gli oggetti recuperati verranno poi catalogati, pesati e smaltiti dalle associazioni e dagli enti locali.
L’iniziale entusiasmo di questi mesi di lockdown per i positivi effetti sulla natura dovuti al crollo dei trasporti sono presto scomparsi, rimpiazzati da un abuso di plastica e mascherine che già si teme aggravi l’inquinamento dei nostri mari.

Eleonora de Sabata, portavoce del progetto, commenta: “Ringraziamo di cuore i diving center e le centinaia di subacquei che dedicheranno le prime, agognate immersioni dopo il lockdown non al divertimento ma alla tutela del mare, e gli enti locali che assicureranno lo smaltimento dei rifiuti. Ma la battaglia contro il mare di plastica si deve combattere a terra, riducendo il più possibile la produzione di rifiuti. Prima che arrivino a mare“.