Violenza sulle mura di Palmanova, FdI: “La sicurezza il problema principale”

18.05.2020 – 19.54 – “Il circolo di Fratelli d’Italia di Palmanova” afferma il presidente di Circolo Gabriele Marcon in una nota alla stampa, “esprime alla signora tutta la solidarietà possibile per il brutale stupro di cui è stata vittima”, notizia riportata dal quotidiano Messaggero Veneto. “Appare strano il silenzio del Sindaco Martines in merito a un fatto tanto grave. La tanto pubblicizzata passeggiata sui bastioni evidentemente ha un grave punto debole: la sicurezza. Non è possibile che in un comune come il nostro una donna, alle 10 di mattina sia stata violentata. E la sicurezza è il principale problema che il sindaco Martines ha dimenticato nei suoi anni di amministrazione. Ci ritroviamo dopo due suoi mandati con un paese più pericoloso, dove andare a fare una passeggiata in quello che dovrebbe essere uno dei luoghi simbolo della bellezza di Palmanova può costare l’inverosimile. Speriamo di leggere almeno una ferma autocritica”.

Il coordinatore provinciale e dirigente nazionale di Fratelli d’Italia Gianni Candotto aggiunge: “La cosa più irresponsabile da fare ora sarebbe minimizzare o dire che è un episodio isolato. Sono fatti che purtroppo era prevedibile sarebbero accaduti. Di suo non ha nessuna importanza che lo stupratore fosse un uomo ‘dalla pelle scura’, ma va sottolineato e ricordato che le violenze sulle donne sono aumentate qua e in troppi i casi si è trattato di violenze perpetrate da immigrati. Questo è dovuto alla fallimentare gestione dell’immigrazione a livello nazionale e non solo da parte della sinistra, della politica di accoglienza indiscriminata, del voler sottovalutare a tutti i costi ogni rischio legato a quelle politiche. Di suo per noi non fa alcuna differenza che lo stupratore fosse un uomo “dalla pelle scura”, ma a quanto pare per la sinistra sì. Sono abbastanza convinto che se lo stupratore fosse stato italiano, la sinistra avrebbe tanto urlato che questo stupro sarebbe oggi su tutti i tiggì nazionali. Invece pare che quando si tratti di immigrati la parola d’ordine sia minimizzare e nascondere”. Leonardo Barberio, consigliere regionale di Fratelli d’Italia, presenterà un’interrogazione in Regione Friuli Venezia Giulia sulla vicenda.

[c.s.]