20.1 C
Trieste
domenica, 2 Ottobre 2022

UniTS, si avvicina la sessione estiva: e gli esami scritti?

01.04.2020 – 14.00 – Anche l’Università degli Studi di Trieste prosegue nella sua attività attraverso la didattica a distanza, provvedendo a fornire e a garantire un’adeguata offerta ai suoi studenti, tra corsi, lezioni ed esami online. Una grande incognita per molti studenti era però ancora rappresentata dalla possibilità o meno di effettuare gli esami scritti, seppure a distanza. Se per molti appelli è infatti prevista la modalità d’esame orale, per molte materie la verifica scritta si rende inevitabile per poter accertare la corretta preparazione degli studenti. L’indicazione dell’UniTs ai docenti rimane comunque quella di convertire le prove scritte o pratiche in prove orali, ma, qualora ciò non fosse possibile, ha fornito alcune indicazioni, precisando però come si renda inevitabilmente necessaria “una rivalutazione e adattamento delle prove scritte” come ad esempio nei termini di durata e di tipologia della prova.

Viene quindi raccomandato l’utilizzo di domande “alle quali sia possibile rispondere in tempi rapidi, anche contingentati” per eliminare il rischio di consultazioni o ricorsi ad altre fonti da parte degli studenti, consigliando quindi “test a scelta multipla, domande con testi a riempimento, domande aperte che prevedano risposte molto brevi, associazioni di definizioni con immagini, completamento di tabelle” ed eventualmente, se ciò non fosse sufficiente a testare la preparazione dell’esaminando, ad integrarla con una prova orale.

Viene inoltre evidenziato che in ogni caso gli “esami svolti a distanza si configurano come un evento pubblico, al quale è possibile richiedere di partecipare”, con il divieto di audio/videoregistrazione dell’esame, durante il quale, per tutto il periodo di svolgimento, dovrà essere possibile la “visualizzazione degli esaminandi e il controllo della postazione dei candidati da parte della commissione”.

Come per gli esami orali, anche per gli esami scritti gli studenti dovranno quindi munirsi e accertarsi di avere a disposizione un dispositivo dotato di webcam e microfono compatibili con il software per videoconferenze (del quale potrebbe essere necessaria o suggerita l’installazione) ed essere dotati di un collegamento ad internet adeguato; sarà inoltre richiesto un dispositivo per la scansione di documenti (in assenza del quale sarà possibile utilizzare il proprio smartphone o tablet per acquisire l’immagine della prova). Ovviamente qualora vi fosse l’impossibilità da parte di uno studente di reperire i dispositivi necessari o vi fosse la mancanza di una connessione ad internet, lo si potrà segnalare al docente per individuare assieme altre modalità per effettuare l’esame.

Per accedere all’appello virtuale viene mandato un invito via mail agli studenti con le relative istruzioni sulla modalità e, nel caso di esami scritti, sarà il docente ad indicare le modalità di somministrazione, sorveglianza e consegna, nonché le relative regole di comportamento. In particolare, gli studenti per gli esami scritti dovranno consentire di essere inquadrati in una stanza nella quale dovranno essere soli ed utilizzare solo dispositivi/materiale consentito. Qualora si venisse sorpresi a copiare o a fare ricorso a fonti/aiuto esterni durante l’esame, sarà chiaramente previsto l’annullamento dello stesso.

Infine l’Università sottolinea che, “nell’adottare una modalità a distanza per lo svolgimento degli esami scritti, si confida nei valori di integrità personale e di onestà intellettuale degli studenti“.

Per maggiori informazioni QUI la sezione con gli aggiornamenti e le disposizioni adottate dall’Università di Trieste per l’emergenza Covid-19.

[n.p.]

spot_img
Avatar
Nicole Petruccihttps://www.triesteallnews.it
Giornalista iscritta all'Ordine del Friuli Venezia Giulia. Direttrice responsabile

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore