20.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Rotta balcanica: 40 nuovi agenti a Trieste e rafforzamento dei controlli sul confine

15.05.2020 – 07.00 – Il tema della Rotta balcanica torna ad essere dibattuto in Friuli Venezia Giulia a causa dell’intensificarsi degli arrivi irregolari segnalati dalle forze dell’ordine, in particolare nell’ultimo periodo. Sulla questione si era già espresso nei giorni scorsi l’assessore regionale alla Sicurezza Pierpaolo Roberti, ribadendo la necessità di una maggiore attenzione da parte del Governo centrale e sollecitando un intervento da parte del ministro dell’Interno Lamorgese sul tema degli arrivi via terra. Sollecitazione che ha trovato positivo riscontro, come reso noto dallo stesso Roberti: “Il Viminale ci ha assicurato che saranno messi a punto interventi urgenti ed immediati per contrastare il fenomeno dell’immigrazione clandestina lungo questa tratta”.

Nello specifico l’interlocuzione del Viminale con le omologhe autorità slovene ha portato alla decisione di rafforzare le misure di prevenzione degli attraversamenti, ad una maggiore disponibilità delle Autorità slovene alle riammissioni informali degli immigrati che avverranno in base all’accordo italo-sloveno già in vigore e circa quaranta nuovi agenti a Trieste a rinforzo del personale di Polizia” come rende noto la deputata del Partito Democratico Debora Serracchiani.
“Oltre ai fondamentali rapporti bilaterali italo-sloveni” evidenzia inoltre l’esponente dem “è necessario tenere in debito conto che la frontiera esterna di Schengen non è la nostra, e che occorre avviare una più vasta azione internazionale con il pieno coinvolgimento della Ue”.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore