Controlli anti-assembramenti: focus su “movida” e spiagge

21.05.2020 – 10.15 – La “movida” serale e l’affluenza nelle prossime settimane verso le zone più frequentate dai bagnanti preoccupa i prefetti del Friuli Venezia Giulia che intendono, al fine di evitare situazioni di assembramento e un uso scorretto delle mascherine, rafforzare i controlli sul territorio in modo tale da scongiurare preventivamente il diffondersi nuovamente del contagio.
Come riportato dal TGR Friuli Venezia Giulia, il prefetto Valerio Valenti, in accordo con il sindaco Roberto Dipiazza, ha messo a punto una pianificazione dei controlli, con focus in particolare sulle zone di via Torino, Arco di Riccardo e viale Venti Settembre, con passaggi ripetuti di pattuglie a partire dalle ore 19.00; viene inoltre richiesta la collaborazione della Federazione Pubblici Esercizi.

Infine, tra le aree sulle quali viene posta particolare attenzione, anche quella di Barcola, dove, spiega Valenti è stato “chiesto al Sindaco di qualificare dal punto di vista giuridico aree come la pineta ed il lungo mare. Dobbiamo capire se si tratta di parchi, aree pubbliche o spiagge libere, così potranno essere applicate le linee regionali”. Nel frattempo è stato chiesto al Comune di Trieste di predisporre una segnaletica nelle zone maggiormente affollate al fine di mantenere il distanziamento sociale.