23.4 C
Trieste
mercoledì, 10 Agosto 2022

La Regione Fvg avvia consultazione su politiche coesione 2021-2027

03.03.2020 – 11.00 – Una programmazione regionale che, per la prima volta, indirizza tutti i fondi legati alle politiche di coesione 2021-2027 verso un piano di sviluppo e di crescita del territorio ritagliato sul dna del Friuli Venezia Giulia, e capace di tenere conto della speciale collocazione geopolitica, delle principali attività economiche e dell’alta concentrazione di università e centri di ricerca.
È quanto comunicato ieri dal governatore del Fvg che ha presentato gli indirizzi strategici proposti dall’Amministrazione regionale nel quadro delle politiche di coesione per il settennato 2021-2027, nel quale confluiscono sia i fondi per lo sviluppo regionale (Fesr) sia quelli dedicati alle politiche sociali e del lavoro (Fse) grazie alla sinergia stretta tra gli assessorati regionali al Lavoro e alle Finanze.
Tre i pilastri fondamentali sui quali poggia il documento: la valorizzazione del capitale umano attraverso la formazione e l’apprendimento permanente; il rilancio della competitività regionale che si regge sulle filiere produttive più promettenti quali la logistica, l’energia e il trasferimento tecnologico alle piccole e medie imprese; infine la valorizzazione del territorio in chiave sostenibile e inclusiva.

Puntando alla valorizzazione del capitale umano, le politiche sono finalizzate ad accrescere conoscenze, competenze e capacità dei cittadini, secondo un processo di formazione permanente e capace di rispondere a sfide e cambiamenti che l’economia regionale dovrà affrontare nel medio-lungo periodo.
Il secondo obiettivo è legato alla competitività del sistema Fvg e individua le filiere produttive nelle quali concentrare i futuri finanziamenti: logistica, energia e trasferimento tecnologico alle imprese.
Strategica sarà in tal senso la collaborazione tra centri di ricerca, università e tessuto imprenditoriale, così come determinante diventeranno i processi di internazionalizzazione per l’ingresso delle eccellenze produttive regionali nelle reti europee di innovazione e ricerca.

Le linee di indirizzo del Friuli Venezia Giulia contemplano poi percorsi di crescita e sviluppo sostenibili e inclusivi, per supportare in particolare le aree montane, le zone confinarie e i centri urbani.
Un’attenzione particolare è stata riservata ai temi dell’accessibilità e della mobilità, alla crescita di forme di turismo sostenibile e alla cultura, riconoscendo l’influenza che essa esercita nel sistema economico di un territorio.
Le scelte di programmazione della Regione, come ha riferito il governatore, saranno condivise e approfondite con il territorio, attraverso un percorso pienamente partecipato nel quale ogni impresa, organizzazione e anche i singoli cittadini potranno esprimere la propria opinione o fornire indicazioni e suggerimenti.
In un secondo momento, anche utilizzando gli esiti di questa prima generale consultazione, saranno istituiti singoli tavoli con i soggetti portatori di interesse, per affrontare in maniera più approfondita e specifica i singoli settori di intervento.

E’ possibile partecipare alla fase di consultazione generale compilando il questionario presente sul sito della Regione Fvg.

[c.s]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore