8.4 C
Trieste
giovedì, 1 Dicembre 2022

Trieste, Consiglio comunale: ogni settimana con i cittadini. Lunedì 17 febbraio 2020

15.02.2020 – 10.15 – Il Consiglio Comunale di Trieste, presieduto da Francesco Di Paola Panteca, si riunisce ogni settimana nella giornata di lunedì per discutere in merito a tematiche e questioni d’interesse pubblico riguardanti la città nel suo insieme, importanti per i suoi abitanti. Per essere ancora più vicino alla cittadinanza, ogni settimana al sabato segnaleremo, attraverso questo nuovo appuntamento, i punti più rilevanti e di maggiore interesse che saranno oggetto delle discussioni in Consiglio al lunedì: tranne in casi eccezionali, che sono di volta in volta segnalati, i consigli comunali sono aperti al pubblico, e se interessato può recarvisi per seguire la discussione oltre naturalmente a poter seguire le dirette televisive. Lo scopo, come sottolineato dallo stesso presidente Panteca, è proprio quello “di far avvicinare la cittadinanza a quelli che sono i lavori e l’operato del Comune di Trieste”, non solo in termini di trasparenza, ma anche di partecipazione e condivisione.

Nella giornata di lunedì 17 febbraio 2020, al centro della discussione in Consiglio Comunale, all’ordine del giorno vi sarà la proposta di deliberazione, (già passata in commissione), sul riconoscimento di un debito fuori Bilancio derivante da sentenza, in merito all’appalto per il servizio di mensa scolastica. A seguire la petizione popolare per la “Modifica del regolamento delle scuole dell’infanzia del Comune di Trieste“, ritenuto dai cittadini sottoscriventi “profondamente discriminatorio, sia per il tetto posto al 30% di presenze di bambini e bambine straniere, sia per la prevalenza assegnata alla religione cattolica, considerata ‘principio fondante l’attività delle Scuole dell’Infanzia comunali“. Con tale petizione, intendendo la scuola quale luogo di valorizzazione delle diversità, di dialogo e di aggregazione, viene richiesto:
  • L’abolizione del nuovo e più restrittivo limite del 30% di stranieri nelle sezioni delle scuole per l’infanzia di Trieste;
  • Il superamento del concetto di “insegnamento della religione cattolica quale principio fondante l’attività delle Scuole dell’Infanzia comunali”;
  • L’inserimento nel Piano dell’offerta formativa anche delle attività alternative alla religione cattolica;
  • Il ripristino dell’appartenenza territoriale/circoscrizionale ai fini della composizione del punteggio.

Tra le mozioni presentate delle quali sarà prevista la discussione in aula lunedì, sarà affrontato il tema inerente alla “Ventilata ipotesi di togliere a Radio Capodistria la frequenza 103.1 MHz situata sul monte Nanos“; la questione relativa alla Sala Tripcovich; la problematica della presenza di “Topi e pantigane” in città; e la richiesta per il prolungamento della linea urbana 52 lungo la Via Frescobaldi.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore