Presentato in Comune il progetto per la rinascita del ”Ferrini” di Chiarbola. Rossi: ”Dobbiamo essere grati alla Triestina Calcio”

17.2.2020 – 16:00 – Si è tenuta nel primo pomeriggio, presso il Salotto Azzurro del Comune di Trieste, la presentazione del progetto edile per il restauro e la riqualifica dell’impianto sportivo ‘’Giorgio Ferrini’’ di Piazzale Delle Puglie 1, nel quartiere di Chiarbola. Alla conferenza hanno preso parte il sindaco del capoluogo giuliano Roberto Dipiazza, gli assessori Lorenzo Giorgi, Elisa Lodi, Giorgio Rossi e l’amministratore unico della U.S Triestina Calcio Mauro Milanese.

Dopo anni di decadenza e di disuso dell’area, il Comune di Trieste ha voluto riqualificare questo importante impianto, mettendolo a disposizione dei rossoalabardati di Valmaura, ma non solo. La Triestina, sarà inoltre anche l’attrice principale per quanto riguarda il valore dei finanziamenti messi sul tavolo per il restauro dell’impianto sportivo, con ben 3 milioni di euro, a fronte dei 4,6 milioni necessari alla rinascita dell’area. I restanti 1,2 milioni verranno messi in gioco dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in sinergia con il Comune di Trieste.

Il progetto, dovrebbe andare in gara entro la fine del mese di Marzo 2020, permettendo all’azienda vincente di aggiudicarsi l’appalto in primavera e di aprire il cantiere con l’arrivo dell’estate.

Il primo ‘’step’’ dei lavori si concentrerà sulla rigenerazione delle strutture già esistenti, come il campo a 11, gli spogliatoi, le tribune. Il secondo passo, invece, interesserà la realizzazione di un campo a 7, di ulteriori spogliatoi, un bar, una terrazza e una sala fitness.

Il commento del Sindaco Roberto Dipiazza:

‘’La triestina avrà a disposizione qualcosa di straordinario, oltre al rinnovato Stadio Grezar e allo Stadio Nereo Rocco. Gli autori di tutto ciò sono i miei assessori, Rossi, Lodi e Giorgi. Inoltre, sono molto soddisfatto del lavoro che sta facendo, per la Triestina e la città, Mauro Milanese assieme ai suoi uomini’’.

Il commento dell’assessore Giorgio Rossi.

‘’Biasin e Milanese hanno ereditato una situazione sconvolgente, mai più avremmo pensato di ritrovarci qui, oggi, con una società sana e una squadra compatta. Fare questo passo non è stato facile per le casse della Triestina, ma è stato ritenuto un progetto su cui valesse la pena investire’’.

‘’Al di là dell’aspetto sportivo, dovremo rivedere la zona anche per quanto riguarda l’urbanistica, spostando i parcheggi, le strade d’accesso e rivedendo tutta la zona’’.

‘’Dobbiamo essere tutti grati alla Triestina, perché la Triestina c’è, resta, e continua dare tanto alla città, non solo sul campo giocato’’.