8.3 C
Trieste
mercoledì, 7 Dicembre 2022

Prescrizione, sfatare la leggenda. Quanto tempo deve passare?

14.02.2020 – 10.51 – Ancora due parole sulla prescrizione, nei giorni in cui la stessa è in primo piano in Parlamento, per meglio contribuire a sfatare la leggenda che si tratti di un istituto creato per aiutare i delinquenti a farla franca. Abbiamo già detto che l’art. 111 Costituzione impone che i processi abbiano una “ragionevole” durata. Il termine è indubbiamente vago, come purtroppo spesso accade nelle norme di legge specie di carattere generale. Sappiamo inoltre che il processo è pubblico nel senso che è tenuto, organizzato e gestito dai Giudici dei vari Tribunali quindi da organi pubblici, quindi dallo Stato. Stato i cui organi e uffici sono pagati dai singoli cittadini tramite le tasse e i tributi versati.

Il cittadino pertanto ha diritto di pretendere che lo Stato svolga il suo compito (celebrare un processo) in un tempo ragionevole. E se lo Stato non è in grado di svolgere il compito che gli compete in un tempo ragionevole è lo Stato quindi a mancare ad un proprio dovere, con la conseguenza che il cittadino deve poter “uscire” dal processo in modo diverso dall’ottenere una sentenza, sia essa assolutoria, sia essa di condanna. La cosa curiosa però che pochi conoscono è il tempo che la legge concede(va) allo Stato per esercitare il proprio dovere di rendere Giustizia. Cioè, quanto tempo deve passare dalla commissione di un reato perché intervenga la prescrizione?
Facciamo alcuni esempi sui reati principali così che si possa valutare se il tempo concesso allo Stato è o meno “ragionevole”. Preciso che la prescrizione aveva inoltre delle variabili soggettive (ad esempio la recidiva) che ne allungavano ancor più i tempi; quindi quelli che ora indicherò non sono neppure i termini massimi.

  • Art. 280 c.p. attentato terroristico: imprescrittibile
  • Art. 284 c.p. insurrezione armata contro lo Stato: imprescrittibile
  • Art. 314 peculato: 13 anni
  • Art. 319 ter. corruzione in atti giudiziari: 18 anni
  • Art. 416 bis associazione di stampo mafioso: 37 anni
  • Art. 422 strage: imprescrittibile
  • Art. 438 epidemia: imprescrittibile
  • Art. 576 omicidio aggravato: imprescrittibile
  • Art. 600 riduzione in schiavitù: 50 anni
  • Art. 601 tratta di persone: 50 anni
  • Art. 609 bis, violenza sessuale: 25 anni
  • Art. 628 rapina: 25 anni
  • Art. 640 bis: truffa aggravata 10 anni e sei mesi
  • Art. 648 bis riciclaggio, 16 anni

Sembrano tempi adeguati per poter pretendere che lo Stato eserciti il suo dovere, o il legislatore gli ha messo troppa fretta?

[a.k.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore