Kurdistan, utopia di un popolo. Domani al Caffè San Marco la presentazione del libro di Gombacci

12.02.2020 – 12.01 – Giovedì 13 febbraio, dalle ore 18:30, presso il Caffè San Marco di Trieste, il giornalista e scrittore triestino Marco Gombacci, assieme a Luciano Larivera, direttore del centro culturale Veritas, e a Fausto Biloslavo, giornalista de “Il Giornale” e inviato di guerra, presenta il suo nuovo libro “Kurdistan: Utopia di un popolo tradito”. Questo libro racconta il sogno del Kurdistan: un’utopia di uguaglianza che nella Siria del Nord era sembrata possibile, e che il popolo curdo non smetterà di inseguire.

“Dalle guerre russo-turche di fine Ottocento, passando per il Trattato di Sèvres del 1920 fino ad arrivare al voltafaccia di Trump nel 2019, i curdi sono stati continuamente traditi da un Occidente che prima se ne serve e poi li abbandona”. Le donne e gli uomini che hanno difeso Kobane, che hanno strappato Raqqa allo Stato islamico costituendo una democrazia fondata sulla libertà religiosa, sulla parità tra uomini e donne e sulla convivenza tra le diverse etnie, sono diventati il simbolo dei valori che l’Occidente dovrebbe, secondo l’autore, difendere. Gombacci ha fondato “The European Post” e collabora con “Il Giornale”. Si è recato nel Kurdistan iracheno durante l’assedio di Mosul nel 2016, in Siria durante la riconquista di Raqqa, entrando nella città ancora in mano all’Isis nel 2017, e ha osservato la battaglia di Deir Ezzor nel 2018. Il libro, uscito nel dicembre 2019, è stato citato dal “Corriere della Sera” tra i libri da leggere; il notiziario televisivo TG5 ha intervistato l’autore sul volume, frutto del suo lavoro da giornalista sui teatri di guerra.

[n.m.]