Ferriera, la “lenta morte” dell’altoforno. Chiusura entro fine marzo

25.02.2020 – 07.30 – Procede come da cronoprogramma la chiusura dell’area a caldo della Ferriera di Servola: l’agonia dell’altoforno, contro cui da tempo si battono le associazioni ambientaliste, si concluderà entro la fine di marzo.
Il secondo tavolo tecnico formulato dal Comando Provinciale Vigili del Fuoco, Comune di Trieste, ARPA Friuli Venezia Giulia, Azienda Sanitaria Universitaria Giuliano Isontina, Acciaieria Arvedi spa e i Rappresentanti per la Sicurezza dei Lavoratori di Arvedi Spa ha riaffermato nuovamente l’impegno per una veloce chiusura. Presente, come la scorsa volta, il rappresentante della Direzione centrale difesa dell’ambiente, energia e sviluppo sostenibile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Arvedi ha comunicato che i documenti relativi allo spegnimento degli impianti saranno messi a disposizioni degli RLS in un’ottica di massima trasparenza. Sull’argomento della sicurezza ha confermato che il fatto che gli impianti funzionino a regime ridotto non rappresenta un pericolo. A questo proposito le dotazioni aggiuntive previste sono state confermate da una visita preliminare di Arpa, svoltasi il 17 febbraio.
Gli RSL saranno anche liberi di intervenire, segnalando tramite l’Azienda sanitaria eventuali mancanze sulla tematica della sicurezza. Continuerà in ogni caso il monitoraggio delle istituzioni, grazie a ulteriori tavoli tecnici.