14.7 C
Trieste
mercoledì, 5 Ottobre 2022

A Trieste passa la Pro Recco per 6-16 ma gli alabardati non demeritano

19.02.2020 – Sconfitta onorevole per la Pallanuoto Trieste contro i campionissimi della Pro Recco, che alla “Bruno Bianchi” passano per 6-16 rispettando i pronostici. Più che positiva, comunque, la prestazione della squadra triestina, che tiene testa per metà partita alla squadra ospite, prima dell’accelerazione della Pro Recco del terzo e del quarto periodo. Ora, per gli alabardati, una settimana di pausa, prima della sfida esterna contro Posillipo del prossimo mercoledì, 26 febbraio, che potrebbe riportare alla Pallanuoto Trieste quei punti che mancano da qualche partita.

TRIESTE COMBATTIVA NEI PRIMI DUE PERIODI, PRO RECCO CONSERVATIVA – Come da copione, a portarsi avanti sono subito gli uomini di Rudic a portarsi in vantaggio grazie a Fondelli in superiorità, al quale risponde presto Panerai con un diagonale che non lascia scampo a Bijac siglando il pari della Pallanuoto Trieste. La Pro Recco si spinge di nuovo avanti, trovando il gol con Luongo e Filipovic per l’1-3 del primo periodo. La seconda frazione vede il ruggito ospite, con Di Somma in superiorità e la doppietta (con un rigore)  di Filipovic, che spingono la Pro Recco sull’1-6. Reagisce però la Pallanuoto Trieste, che va a segno con Panerai e Mezzarobba. Le due squadre vanno quindi a riposo sul 3-6.

DILAGA LA PRO RECCO, MEZZAROBBA SI METTE IN MOSTRA – Il vantaggio ospite aumenta nel terzo periodo, con Ivovic, Di Fulvio e una doppietta di Di Somma che portano Pro Recco sul 3-10. La rete alabardata di Gogov interrompe il parziale avversario, Mezzarobba con una magia potrebbe accorciare ancora le distanze, ma la sua bella azione in dribbling non si conclude con la fortuna che meriterebbe e la palla colpisce la traversa. Il giocatore della Pallanuoto Trieste si riscatta poco dopo trovando una bella rete, preceduta però dal gol della Pro Recco targato Velotto. Nel finale di tempo, Oliva para anche un rigore a Luongo, ma il periodo si conclude sul 5-11 per gli ospiti, che nell’ultimo periodo aumentano ulteriormente il margine, segnando altre cinque reti e spingendosi sul 5-16, prima che la terza rete di giornata di Mezzarobba fermi il punteggio sul 6-16 conclusivo.

PRESTAZIONE IN CRESCITA PER GLI ALABARDATI – Per la Pallanuoto Trieste, dunque, arriva una sconfitta ma, visto l’avversario, l’aspetto più importante era quello della prestazione, il cui livello – in controtendenza rispetto alle ultime uscite – è apparso decisamente alto. Di questo parere è il tecnico Daniele Bettini: “La gara è stata positiva – spiega l’allenatore alla fine della gara contro la Pro Recco – loro sono fortissimi in ogni reparto, noi comunque qualcosa abbiamo costruito.”. Recuperato il livello a cui la Pallanuoto Trieste ci aveva abituati sul piano della prestazione, adesso, bisogna tornare a fare punti, soprattutto in trasferta, dove gli alabardati sono apparsi altalenanti: “Certo che adesso dobbiamo migliorare il rendimento in trasferta, ad iniziare dal match di Napoli della prossima settimana” ha concluso Bettini.

Pallanuoto Trieste – Pro Recco 6-16 (1-3; 2-3; 2-5; 1-5).
Pallanuoto Trieste: Oliva, Podgornik, Petronio, Rocchi, Panerai 2, Turkovic, Gogov 1, Milakovic, Mezzarobba 3, Zadeu, Mladossich, Ricciardi. Allenatore: Bettini.
Pro Recco: Bijac, Di Fulvio 2, Dobud, Fondelli 1, Velotto 1, Renzuto Iodice 1, Echenique 1, Ivovic 1, Filipovic 4, Di Somma 3, Luongo 2, Massaro. Allenatore: Rudic.
Arbitri: Schiavo e Alfi.
Note: uscito per limite di falli Rocchi (T) nel quarto periodo; nel terzo periodo Oliva (T) ha parato un rigore a Luongo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 2/6, Pro Recco 4/9 + 2 rigori; spettatori 600 circa.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore