Triestina a quattro stelle, Portogruaro fuori dalla coppa

foto di Andrea Nicodemo

6.01.19 – 13.18 – Certe sconfitte valgono più di molte vittorie, per l’insegnamento e la maturazione di consapevolezze che portano con sé. Di certo, il quarto di Coppa Italia di ieri è stata una lezione per il Portogruaro e ora starà alle ragazze di Favro riflettere sui loro errori e presentarsi tra due settimane, alla ripartenza del campionato, con il coltello fra i denti. Se però ieri le granata sono cadute fragorosamente, dopo un 2019 da imbattute (chiuso maramaldeggiando in casa della capolista Montecchio), il merito è in gran parte della Triestina, arrivata a Summaga di Portogruaro (vista l’indisponibilità del “Mecchia” per la gara della prima squadra maschile) con una convinzione e un’incisività che spiegano lo 0-4 finale molto più degli degli aspetti tecnici.

Prime in classifica nel loro girone, le biancorosse hanno azzannato la partita e dopo un giro di lancette sono passate in vantaggio con una sassata da fuori dell’esperta Bortolin. Se le ospiti vantavano tra le loro fila nomi già echeggiati in ben altre categorie, tra le padrone di casa mancavano Battaiotto e Novellino e il gioco ne ha risentito, soprattutto nella fase offensiva, che a fine gara porta due soli tiri verso la porta avversaria. Portogruaro che non regge sul piano della convinzione prima ancora che su quello fisico e al tramonto del primo tempo perde palla alto, innescando il contropiede di Zanetti: difensore saltato e palla in porta per il due a zero.

Nella ripresa fa capolino una reazione granata, ma l’uno-due della Triestina arriva nel momento giusto per stroncare la contesa, con il terzo gol segnato dalla nuova entrata Lago. Il Portogruaro esce virtualmente dalla coppa, le alabardate continuano a far degustare intensità ai tantissimi tifosi arrivati dalla terra giuliana e al quarto d’ora il gioiello Blarzino fa poker.

Le granata hanno nei playoff il senso e l’obiettivo della loro stagione e le ragazze di Ruzic saranno nella post season una delle più credibili antagoniste alla promozione. Se queste due squadre si incontreranno di nuovo in primavera probabilmente il risultato di ieri non si ripeterà, la distanza tra Portogruaro e Trieste però oggi è più grande di quanto si pensava.

Formazione Portogruaro iniziale: Comacchio, Minutello, Scudeler, Spollero, Nodale, Volpatti, Gallo, Matiz, Furlanis, Gashi, Finotto. All. Favro