Strautins se ne va: già oggi la presentazione a Udine

foto di Roberta Radini

23.01.2020- 15.00 – Il matrimonio tra Strautins e Trieste, spezzato ufficialmente oggi da una nota della società che annuncia la cessione dell’ala all’APU Udine era stato già diverse volte sul punto di saltare negli ultimi mesi. Molti infatti sono stati i corteggiatori del lettone nativo di Jurmala che hanno bussato alla porta dei biancorossi, prima la Virtus Bologna in estate, poi Roma. Dove non hanno avuto fortuna due club di massima serie, è riuscito un club di A2. All’origine delle motivazioni che hanno portato alla rescissione perciò ci sono questioni di ordine tecnico (non a caso il lettone è sato centellinato nella presente stagione con 11,2 minuti di impiego a partita medio), ma non va escluso che il rapporto con l’Allianz avesse addosso cicatrici dovute a incomprensioni precedenti. Suona profetico l’episodio avvenuto a margine della presentazione di Hickman, quando Ghiacci si era tolto una ciglia dall’occhio: “C’è stato un non capirsi. Lui è il nostro sesto italiano, nessuno da parte nostra gli ha chiesto di andare via, ma lui sì. Dalle mie parti si dice che per fare un fosso ci vogliono due rive, nel momento in cui si firma un contratto tanto noi quanto i giocatori siamo tenuti a rispettare gli impegni presi”.

Classe ’98, 100 chili spalmati su 198 centimetri, Strautins ha innegabili potenzialità, ma nella scorsa stagione, dopo un inizio sorprendente, aveva avuto difficoltà a svolgere i compiti difensivi assegnatigli da Dalmasson anche per un approccio alle gare talvolta ondivago. La presentazione con la nuova maglia sarà tra poche ore, alle 17.00 al PalaCarrera di Udine.