13.7 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

“Primo rapporto sull’islamizzazione d’Europa”, l’incontro con il Senatore Urso a Trieste

16.01.2020 – 12.50 –Primo rapporto sull’islamizzazione d’Europa” è il titolo del volume curato dalla Fondazione FareFuturo con il contributo dell’Ufficio studi di Fratelli d’Italia, che sarà presentato domani, venerdì 17 gennaio, alle ore 18.00, all’Hotel Savoia Excelsior: un rapporto che è “frutto delle ricerche, delle analisi e delle riflessioni di un ampio gruppo di lavoro composto da personalità, accademici ed esperti.” Nel corso dell’incontro, organizzato da Fratelli d’Italia, il Senatore Adolfo Urso, presidente della Fondazione Farefuturo e Vice presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica ed il professor Renato Cristin, docente di filosofia teoretica all’Università di Trieste, approfondiranno e si confronteranno su quello che può essere certamente definito un tema di grande attualità.

“E’ a rischio la nostra civiltà fondata sui valori cristiani delle libertà personali, civili e religiose.” Afferma il senatore Urso, “Anche i recenti episodi in Libia e nel Mediterraneo Orientale ci devono allarmare, l’espansionismo turco è la punta di iceberg di un processo più profondo e grave, a cui dobbiamo dare subito risposta come Italia e come Europa.”

Molteplici saranno quindi gli argomenti affrontati: “Esiste una strategia di penetrazione dell’Islam nel nostro continente? I nostri valori occidentali, basati sulla millenaria tradizione giudaico cristiana, sono messi a rischio? Che peso avranno tra 20, 30 anni, negli equilibri etnici e religiosi europei, i flussi di migranti mussulmani, che anche attraverso la rotta balcanica attraversano il nostro confine?” Queste sono alcune delle domande sollevate dal segretario provinciale di Trieste di Fratelli d’Italia Claudio Giacomelli, in riferimento all’incontro di domani. “Da parte di alcuni” ha continuato “il solo porsele queste domande, risulta un’intollerabile e offensiva lesione ai principi universali della tolleranza e della condivisione multietnica. Ovviamente, costoro, ha proseguito Claudio Giacomelli, rinserrati in una forma, tanto rassicurante quanto miope, di pensiero unico, accusano, chiunque osi non pensarla allo stesso modo, di razzismo e intolleranza.”
“Noi pensiamo, invece che ragionare in maniera seria, analitica e informata” ha aggiunto “su ciò che sta accadendo all’Europa in generale e al nostro paese in particolare, in riferimento ai grandi rivolgimenti geopolitici della nostra epoca, intesi non solo nella loro, pur rilevante, consistenza numerica, ma anche nella loro dimensione teo-ideologica e valoriale, costituisca più un dovere che una provocazione, rappresenti una necessità oltre che una sfida.”

“Parleremo insieme al Senatore Adolfo Urso di queste tematiche così attuali” ha concluso Fabio Scoccimarro assessore regionale di Fratelli d’Italia, “rifuggendo qualsiasi retorica ecumenista da pensiero unico da una parte, ma anche inaccettabili semplificazioni e generalizzazioni islamofobe e xenofobe dall’altra.”

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore