Chiuso tratto Val Saisera – Lussari: la natura resterà incontaminata?

31.01.2020 – 15.30 – I preannunciati lavori di messa in sicurezza del tratto che collega la strada turistica che dalla Val Saisera, nel Comune di Malborghetto – Valbruna, raggiunge il Borgo Lussari, nel Comune di Tarvisio, sarà chiuso ai pedoni e ai mezzi di trasporto per circa quattro mesi, per lavori di messa in sicurezza, indicativamente dal mese di aprile.
Si tratta di un intervento rilevante per accrescere la valenza turistica dell’area che verrà realizzato nel pieno rispetto del paesaggio.
Opereremo con la massima sensibilità per tutelare quel prezioso patrimonio ambientale”.
Lo ha detto il vicegovernatore con delega alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, nell’incontro con gli operatori turistici a Camporosso durante il quale ha informato anche sull’esecuzione delle opere.

La messa in sicurezza dell’infrastruttura permetterà anche di potenziarne l’utilizzo turistico da parte degli istruttori delle mountain bike o degli appassionati di trekkinge garantirà in caso di guasto della telecabina del Lussari una via d’uscita rispetto al borgo che risulta, in particolare nei periodi estivi, affollato“, ha aggiunto Riccardi.
I lavori, affidati all’impresa Gi.Pi.Gi di Claut, prevedono una spesa complessiva di 1,7 mln di euro e rientrano tra quelli di mitigazione del rischio idrogeologico e di aumento della resilienza previsti dall’ordinanza del Capo del dipartimento della Protezione civile del 15 novembre 2018, conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della Friuli Venezia Giulia ad ottobre 2018 e già approvati.

Molti gli interrogativi dei valligiani, degli amanti della montagna e dei visitatori che arrivano dal resto del Friuli Venezia Giulia, e non solo, sull’argomento, in primis la preoccupazione per l’ambiente e per la natura incontaminata della zona, che contraddistingue la Valcanale da molti altri poli turistici: apprensione nata dall’annuncio di una possibile tappa del Giro D’Italia sul Monte Lussari che, essendo un evento di grande portata, che non coinvolge solo le bici ma tutti i mezzi e le persone dedicate al supporto, potrebbe andare ad intaccare l’inviolata bellezza del Lussari stesso.

[c.d.]