“Lo specchio” protagonista del XVI Concorso di scrittura femminile “Città di Trieste”

20.01.2019 – 09.00 –Lo specchio” sarà il tema al centro del XVI Concorso di scrittura femminile “Città di Trieste” promosso dalla Consulta femminile, e a cui sarà possibile partecipare attraverso il bando reperibile sul sito del Comune di Trieste, in scadenza il 31 gennaio. Il Concorso ha lo scopo di valorizzare e far conoscere la scrittura femminile con particolare riguardo alla forma del racconto, promuovendone l’interesse presso le giovani generazioni e invitandole a raccontare le loro esperienze, ed è ovviamente aperto a tutte le donne.
L’iniziativa è stata presentata nella giornata di venerdì 17 gennaio, nella Sala Tergeste del Municipio di Piazza Unità, alla presenza dell’assessore comunale alle Pari Opportunità, Francesca De Santis, della neopresidente della Consulta Femminile Anna Maria Mozzi, con l’uscente Ondina Ghersin, e della presidente del Concorso Carla Carloni Mocavero, con la componente di Giuria, la professoressa Cristina Benussi.

Un’iniziativa, ha voluto sottolineare l’assessore De Santis, “davvero lodevole in quanto veramente in grado di porre in primo piano ed efficacemente incoraggiare le capacità delle donne di misurarsi anche nel campo letterario, e nella fattispecie nell’esperienza del racconto breve, producendo in effetti dei risultati che la Giuria di esperte e professioniste del settore ha valutato come di notevole rilievo. Per tutti questi motivi” ha aggiunto “il Comune di Trieste e in particolare il suo Assessorato alle Pari Opportunità non solo confermeranno il pieno sostegno fin qui garantito al Concorso, ma, anzi, tramite una specifica convenzione che l’Amministrazione Municipale ha proprio recentemente stipulato con la Consulta Femminile, questa importante proposta culturale della nostra città potrà venir ulteriormente implementata e rafforzata, anche organizzativamente, grazie a una più consolidata collaborazione e diretto impegno del Comune nella gestione del Concorso a partire dalla prossima XVII edizione (2021).”

Come illustrato da Carla Mocavero, il tema dello specchio si può “prestare a tante interpretazioni e perciò a molteplici modalità di andare incontro alla sua essenza: specchio della vanità o luogo della verità su noi stessi; ma quale verità? La verità di quello che c’è e di ciò che effettivamente noi siamo, oppure la nostra ‘verità’, di ciò che invece noi vorremmo che sia e di come noi vorremmo essere o, almeno, vorremmo apparire.”

Infine, Anna Maria Mozzi e l’uscente Ondina Ghersin, dopo aver positivamente sottolineato la forte collaborazione fra Consulta e Comune, hanno ricordato che le premiazioni del Concorso 2020 si svolgeranno nel corso della tradizionale pubblica cerimonia di celebrazione dell’8 marzo in occasione della “Giornata della Donna”.

Per ulteriori informazioni: [email protected]