Contributi regionali, Bordin (Lega): “Fino al 70 per cento per chi si allaccia alla rete fognaria”

03-01-2020 – 08.09 – In Friuli Venezia Giulia il contributo per la realizzazione di interventi di allacciamento alla rete fognaria pubblica negli agglomerati interessati alla procedure di infrazione, come nei comuni di Cervignano, San Giorgio di Nogaro e Torviscosa, sarà pari al 70 per cento della spesa complessiva con un limite di 3.500 euro a intervento qualora il richiedente presenti un ISEE inferiore o uguale a 29mila euro, al 60 per cento con ISEE superiore a 29mila euro o in caso di mancata presentazione dell’ISEE, al 65 per cento nei casi in cui la domanda di contributo sia stata presentata dall’amministratore del condominio o dal mandatario dei condomini. È quanto contenuto nel nuovo regolamento per la concessione di contributi ai privati finalizzati all’allacciamento alla rete fognaria pubblica, approvato lunedì dalla Giunta regionale su proposta dell’assessore Fabio Scoccimarro e che dovrà essere trasmesso al Consiglio delle Autonomie Locali prima dell’approvazione definitiva.

“Si tratta di un importante risultato che interessa 1600 famiglie dei comuni soggetti a infrazione, il cui obiettivo è di eliminare il vincolo dell’ISEE, stabilire dei limiti contributivi più elevati e abbattere concretamente i costi a carico delle famiglie in un momento socio economico complicato”. Ha espresso soddisfazione il capogruppo regionale della Lega, Mauro Bordin, primo firmatario della mozione 37 che aveva impegnato la Giunta indicando la via per risolvere un gravoso problema che da molti anni interessa molte famiglie dei comuni della Bassa Friulana soggetti ad infrazione. “L’incentivo è volto a stimolare gli utenti ad allacciarsi, ad evitare lo scontro tra cittadini ed amministrazioni comunali e a garantire e tutelare la qualità dell’ambiente. Grazie all’impegno dell’assessore Scoccimarro e del direttore Canali, la giunta ha approvato un regolamento che rispecchia la volontà della mozione. Nelle prossime settimane saranno organizzati degli incontri pubblici sul territorio per illustrare ai cittadini il regolamento e la possibilità di accedere ai contributi”.

Il contributo per i comuni non soggetti ad infrazione comunitaria sarà invece pari al 50 per cento della spesa complessiva qualora il richiedente presenti un ISEE inferiore o uguale a 29mila euro, al 40 per cento con ISEE superiore a 29mila euro o in caso di mancata presentazione dell’ISEE, al 45 per cento nei casi in cui la domanda di contributo sia stata presentata dall’amministratore del condominio o dal mandatario dei condomini.

[c.s.]