16.7 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Mediocredito, Liva (PD): “Con l’elezione di Fattor, queste porte girevoli all’ingresso suscitano più di un interrogativo”

28.12.2019 – 14.29 – “Il repentino cambio della guardia alla testa di Mediocredito FVG non può passare sotto silenzio come un normale episodio nella vita della banca. Quando si assume una carica come quella di presidente, si conoscono bene i carichi di lavoro. E allora queste porte girevoli all’ingresso di Mediocredito suscitano più di un interrogativo”. Lo afferma il responsabile Economia del Partito Democratico del  Friuli Venezia Giulia, Renzo Liva, commentando l’elezione di Edgardo Fattor a presidente di Mediocredito FVG da parte dell’assemblea dei soci.
Riferendosi alle dimissioni del presidente uscente, l’esponente del Partito Democratico osserva che “se ne va un docente universitario esperto in diritto della navigazione, molto meno in banca e finanza, e dopo pochi mesi dal suo insediamento arriva a dargli il cambio un onesto commercialista di Cervignano. Dalla sanità alla finanza i metodi della Lega nel fare le nomine non cambiano. Cambia l’atteggiamento dei 5 Stelle, per i quali forse non c’è più lo stesso gusto a occuparsi della banca, da quando non governa il PD”. A Liva “appare bizzarro che il presidente di una banca se vada per problemi nel conciliare i suoi impegni accademici con i doveri della carica”. “Al suo arrivo”, conclude Liva, “il dottor Fattor ci informa che c’è crisi e bisogna andar cauti: finalmente Mediocredito ha la sua mission”.

[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore