43° Natale Sub. Il 26 dicembre, ritorna il tradizionale appuntamento subacqueo a Trieste

22.12.2019 – 08.00 – Il 26 dicembre, il giorno di Santo Stefano, si celebra a Trieste uno storico e ormai tradizionale appuntamento. Si tratta di Natale Sub, l’iniziativa organizzata e promossa dal Sub Sea Club Trieste, che vede la collaborazione e la sinergia di numerose associazioni facenti parte del mondo della subacquea. Giunta ora alla sua 43esima edizione, la tradizionale Messa di Natale subacquea attira ogni anno numerosi cittadini, turisti, curiosi e appassionati, che hanno la possibilità di assistere ad un evento unico nel suo genere. La Messa, che avrà ufficialmente inizio alle ore 11.00 in Piazza Unità d’Italia, davanti la Scala Reale, può essere suddivisa principalmente in due momenti: una prima parte in cui il rito religioso si svolge a riva, e quindi “a terra”, ed una seconda parte in cui, entrando nel vivo della manifestazione, il sacerdote, Francesco Pesce, si immergerà insieme con i sub a tre metri di profondità leggendo l’omelia all’interno della campana. La cerimonia sarà trasmessa su un maxi schermo attraverso il quale sarà possibile assistere all’evento anche da riva.

“Si tratta di un appuntamento fisso per noi subacquei ed è un po’ come se fosse questo il nostro Natale” Spiega Enrico Torlo, unico triestino ad aver partecipato a tutte e quarantadue le edizioni, nonché presidente del Circolo Sommozzatori Trieste (CST), che ormai da moltissimi anni partecipa attivamente all’iniziativa, con un elevato numero di subacquei. “Alla manifestazione partecipano appassionati ma non solo, ogni anno infatti si affiancano anche numerosi professionisti, con la presenza della Guardia di Finanza, Polizia, Carabinieri e Vigli del Fuoco.” Spiega ancora “Si contano indicativamente circa cinquanta partecipanti ogni anno, e fino ad ottanta in alcune edizioni, grazie anche ad un sempre maggiore successo che l’attività subacquea ha avuto nell’ultimo periodo, a seguito del quale sono nate molteplici associazioni e realtà diverse legate ad essa.”

Storicamente, la Messa di Natale Sub nasce e si sviluppa con la sua prima edizione da un’idea del primo presidente del Sub Sea Club Trieste, Gianfranco Annis, concepita come una semplice occasione di ritrovo tra i soci che volevano scambiarsi gli auguri natalizi in un modo originale e a loro congeniale, ovvero sott’acqua. Come racconta infatti Enrico Torlo, “abbiamo iniziato quasi in famiglia, in sacchetta dall’altra parte del Porto, dove c’era la sede del Sub Sea Club Trieste. Al primo appuntamento eravamo dodici persone in totale, un gruppo di amici.” La svolta è quindi arrivata con l’approdo della manifestazione in Piazza Unità, con l’immersione dalla Scala Reale. “La partecipazione” spiega ancora il Presidente del Circolo Sommozzatori Trieste, “da quel momento è radicalmente cambiata, divenendo una tradizione anche per la città stessa. Credenti e non, seguono la manifestazione che rappresenta sempre un momento unico e originale.”

La Messa di Natale Sub, inoltre, si delinea essere anche un momento per conoscere e dedicare attenzione alla cultura subacquea. “La vicinanza di Trieste al mare è anche questa” aggiunge infatti Torlo “Il legame che intercorre tra la città ed esso è rappresentato anche dal mondo della subacquea che ha a Trieste una sua storia e tradizione.”

L’evento si avvierà ufficialmente alle ore 10.55 con la benedizione del Presepio assieme al Vescovo Crepaldi, a cui parteciperà un rappresentante di ogni associazione sportiva presente. A seguire, alle ore 11.00, avrà luogo la Santa Messa per i Caduti in Mare. Alle ore 11.30, partirà quindi ufficialmente l’immersione del Sacerdote Francesco Pesce a cui seguiranno la lettura dell’omelia nella campana subacquea e nuovamente la benedizione per i Caduti in Mare. Sarà possibile dalle ore 10.30, per subacquei ed apneisti, iscriversi per partecipare all’immersione.

Infine, al termine dell’evento panettone e vin brûlé per tutti.